ATALANTA INSEGNA A SCUOLA IL MARKETING SPORTIVO GESTIONALE

money ball

Iniziato oggi il ciclo di lezioni organizzate da Atalanta e Scuola Imiberg per approfondire gli aspetti economici del mondo del calcio. Titolo del primo appuntamento “Cosa vende una squadra di calcio?”, relatore Romano Zanforlin Direttore Marketing Atalanta.

 

Bergamo, 16 gennaio 2019 – Questa mattina presso la Scuola Imiberg di Bergamo ha preso il via il ciclo di lezioni “Moneyball – Tra calcio e business a lezione con Atalanta”. Il ciclo di lezioni organizzato da Atalanta e Imiberg per gli studenti del Liceo scientifico sportivo e dell’Istituto tecnico economico.

 

Davanti ad un centinaio di studenti, è salito “in cattedra” Romano Zanforlin, direttore Marketing di Atalanta. Dopo l’introduzione della professoressa Alessia Grossi, coordinatrice didattica dell’Istituto Tecnico Economico Imiberg, gli studenti hanno posto una serie di domande preparate nelle settimane scorse in vista dell’incontro. I ragazzi non hanno risparmiato al dott. Zanforlin tematiche scottanti e domande provocatorie per fare emergere il pensiero sottostante alle varie iniziative che Atalanta sta mettendo in campo.

 

La lezione ha toccato molti temi, da quali sono e come sono organizzati gli sponsor a quali sono i fattori del “boom telegenico” che ha visto l’immagine di Atalanta cambiare molto negli ultimi anni e di come la Dea sia ora uno dei 50 marchi più influenti del calcio europeo. Si è parlato della figura del Presidente Percassi, degli store e del merchandising. Un discreto spazio è stato dedicato alla precisa strategia di marketing che sta dietro agli Atalanta Football Camp e, in generale, alle iniziative rivolte ai più piccoli. Momento molto emozionante è stata la proiezione del rendering del nuovo stadio.

 

Domande più spinose sono state poste dai ragazzi che volevano sapere come le valutazioni economiche e le logiche di marketing possono influire sulle scelte tecniche, e se e quanto la società è disposta a sacrificare l’aspetto sportivo per il profitto. La risposta: “assolutamente no”!

 

Il ciclo di incontri è un’idea emersa dalla fitta collaborazione che Imiberg e Atalanta hanno su vari fronti (Scuola Calcio, corsi di Italiano per calciatori, interventi dei tecnici atalanta nella classi…) per fare conoscere agli studenti da vicino una realtà molto più complessa di quello che normalmente si crede, e per mettere in luce come dietro al successo attuale di Atalanta ci sono programmazione e professionalità tutte da scoprire.

 

I prossimi appuntamenti del ciclo di lezioni saranno il 28 gennaio con Maurizio Costanzi, Responsabile del Settore Giovanile Atalanta (“Giocare a calcio è un lavoro?”), il 5 febbraio con

Piero Calabrò, Coordinatore della Commissione di Studio Rischi del Calcio e del progetto legalità della FIGC. (“La violenza negli stadi”) e, infine, in data ancora da definire con Umberto Marino, Direttore Generale Atalanta, in generale su cosa significa gestire una squadra di calcio professionistica e sul progetto del nuovo stadio.

 

Gli incontri sono aperti al pubblico ed è possibile iscriversi gratuitamente, fino ad esaurimento posti, sulla piattaforma eventbrite.it.

money ball 2

Giuseppe Andreolli

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI