BIG AIR IN MILAN. SNOW-BOARD ACROBATICO MONDIALE. I BERGAMASCHI ANTONIO NORIS ALL’ORGANIZZAZIONE TECNICA, ALESSANDRO BIANCHETTI DIRETTORE DI GARA E ALESSANDRO MAZZOLENI COMMENTATORE SPORTIVO

(foto Mattia Bazzoni-Vitesse)

Big Air in Milan. Il grande appuntamento per tutti gli amanti dello snow-board.Un nuovo capitolo di questa splendida storia è iniziato l’anno scorso, nel 2016, quando la neve è arrivata in quello che è diventato, sulla scia dell’Expo 2015, uno dei luoghi più popolari e riconoscibili della big Milan: il Parco EXPerience, e in particolare l’Albero della Vita, che dell’esposizione universale è stato il simbolo, ed è oggi il lascito permanente nel cuore del nuovo Parco eventi alle porte di Milano.

È qui che nel Novembre scorso ha preso vita la prima edizione di Big Air and the City, l’evento organizzato dal Comitato Big Air Competition, in collaborazione con Arexpo e Regione Lombardia, che ha portato nella metropoli la Coppa del Mondo FIS di Freestyle, nella doppia specialità dello sci e dello snowboard.

Il Big Air è una particolare e spettacolare competizione di salto freestyle, valutata da una giuria sulla base della performance e la difficoltà di salti ed evoluzioni effettuate dagli atleti. Una disciplina in crescita, sempre più popolare e – soprattutto – sempre più importante: nello Snowboard, il Big Air è diventato sport olimpico e debutterà alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang, in Corea del Sud, il prossimo Febbraio.

Anche i giorni dedicati all’evento crescono: quest’anno le gare di Coppa del Mondo si svolgeranno in due weekend consecutivi. Il primo è dedicato allo snowboard con gli allenamenti venerdì 10 novembre, le qualifiche e le finali sabato 11. Nel secondo saranno i campioni di freeski a rubare la scena: venerdì 17 ci saranno le prove generali della grande sfida di sabato 18, con le qualifiche a partire dal mattino e le finali sotto le luci artificiali.

Il tutto su un grande campo di battaglia : lo spettacolare trampolino di 130 metri di lunghezza e 40 metri d’altezza, il più grande mai realizzato in Italia.

(foto Mattia Bazzoni-Vitesse)

Big Air and the City sarà la seconda prova della Coppa del Mondo FIS di specialità, e ancora una volta, vedrà a confronto i più grandi protagonisti a livello mondiale. L’anno scorso, nello snowboard, il belga Seppe Smits – poi vincitore della Coppa Assoluta – dovette inchinarsi al norvegese Marcus Kleveland, mentre la prova femminile fu appannaggio di Anna Gasser, l’austriaca dominatrice della stagione di Coppa. Nel FreeSki, Kai Mahler ebbe la meglio per un soffio su Oystein Braaten, mentre in campo femminile fu netto il successo di Lisa Zimmermann, con l’italiana Silvia Bertagna ai piedi del podio.

(foto Mattia Bazzoni-Vitesse)

L’obiettivo è un trick da 100 punti: come le stelle del freestyle, anche Big Air and The City punta al massimo dei voti nella nuova edizione dell’evento.

Il successo riscosso da Big Air Milan al debutto accende ora i riflettori sulla seconda edizione, che si preannuncia ancora più “big”. A cominciare proprio dallo spazio riservato agli spettatori: la platea ai piedi della rampa verrà ampliata per consentire a un maggior numero di appassionati di osservare i salti da una posizione unica e per far sentire ancor più da vicino il calore del pubblico agli atleti. Big Air and The City offre così un’occasione unica in Italia: incontrare i grandi dello snowboard e del freeski, chiedere autografi, scattare selfie, portare a casa il ricordo di una serata magica.

Il campo di battaglia è il trampolino più grande d’Italia, allestito lungo il Cardo del Parco EXPerience, da Piazza Italia verso l’Albero della Vita. Un nuovo “grattacielo” in città alto 40 metri e lungo 130, con una pendenza massima di 45° e una pendenza al kicker di 38°. Per realizzare lo spettacolo di Big Air serviranno circa 1200 metri cubi di neve che in parte verranno prodotti artificialmente in loco, e in parte verranno trasportati.

Anche i giorni dedicati all’evento crescono: quest’anno le gare di Coppa del Mondo si svolgeranno in due weekend consecutivi. Il primo è dedicato allo snowboard con gli allenamenti venerdì 10 novembre, le qualifiche e le finali sabato 11. Nel secondo saranno i campioni di freeski a rubare la scena: venerdì 17 ci saranno le prove generali della grande sfida di sabato 18, con le qualifiche a partire dal mattino e le finali sotto le luci artificiali.

Ma quest’anno Big Air and The City vuole offrire agli appassionati una esperienza totale. Oltre alle gare, che rimangono l’aspetto centrale e prestigioso, la festa ai piedi dell’Albero della Vita si arricchisce di concerti – nelle serate dei due venerdì – e dell’intrattenimento dei deejay di Radio Number One, l’emittente partner dell’evento. Non solo, durante gli Snow Days il “villaggio alpino” di Big Air and The City proporrà attività legate al mondo della neve e allo sport in generale: un divertimento no-stop rivolto a tutti, dagli adulti ai più piccoli.

Big Air Milan è la montagna che incontra la città: due weekend di sport, adrenalina, musica e luci in una tra le più importanti città europee. Uno sforzo imponente per quanto riguarda la macchina organizzativa, ma a poco più di un mese dall’evento il comitato Big Air Competition è pronto alla sfida. Lo ribadisce il Presidente Franco Vismara, che dopo il successo della prima edizione lancia il bis: “Big Air and The City l’anno scorso è stato definito un “miracolo a Milano”. Lo confermano le cifre: le 25mila presenze del Parco EXPerience hanno superato di gran lunga il numero di spettatori registrati in gare di sci più alto livello e in location di montagna. Speriamo che la seconda edizione sia capace di superare ancora le aspettative, e offrire uno spettacolo ancora più ricco ed emozionante: tutto il comitato sta lavorando a fondo perché questo avvenga”.

(foto Mattia Bazzoni-Vitesse)

Big Air Milan sarà anche l’unico momento del calendario italiano in cui il Circo Bianco abbandonerà le montagne per portare il suo show in pianura, e in una delle più importanti città d’Europa. Una tradizione, quella della neve nella City lombarda, che evoca al presidente della FISI Flavio Roda ricordi importanti: “Portare la neve qui a Milano è un sogno ambito da tutti – ha spiegato Roda a margine della conferenza –, basti pensare che la prima vittoria di Alberto Tomba tra i grandi avvenne proprio nel Parallelo di Natale sulla Montagnetta di San Siro. Gli organizzatori di Big Air Milan, partendo dal Presidente del Comitato Franco Vismara, hanno avuto la lungimiranza di riportare un grande evento a Milano, e in una zona suggestiva come l’ex area Expo, un luogo di grande importanza per la storia recente della città”.

Dopo la cancellazione della tappa di Copenaghen, l’appuntamento di Milano rappresenta l’apertura della stagione per la disciplina Big Air, nonché il primo evento di Coppa del Mondo in Italia. Una première di grande prestigio, in una delle città più importanti d’Europa, che non a caso ha riscosso l’entusiasmo dei migliori atleti internazionali.

Direttore di Gara il bergamasco Alessandro Bianchetti Chief Of Competition big Air Milan 2016
Allenatore Federale di Freeski II livello
Snowpark Manager

 

Tanti i campioni hanno già confermato la loro presenza sulla rampa di Big Air Milan, che proprio in questi giorni è in costruzione al Parco EXPerience. Particolarmente attesa è la prova maschile e femminile di Snowboard, che assegna punti preziosi per la qualificazione a PyeongChang 2018 dove la disciplina del Big Air debutta nel programma olimpico. Per importanza e per levatura degli snowboarder in gara, a Milano si potrà già assistere a un gustoso antipasto della sfida a cinque cerchi.

 

Per quanto riguarda la gara di Snowboard maschile, il nome di spicco è quello del veterano belga Seppe Smits, secondo l’anno scorso a Milano e vincitore finale della Coppa del Mondo. In attesa di conoscere i nomi della forte selezione norvegese – che lo scorso anno vinse sotto l’Albero della Vita con Marcus Kleveland e che annovera il campione del mondo Stale Sandbech – tra i principali rivali figurano il finlandese Roope Tonteri, primo nel 2016 nel Big Air di Moenchengladbach, gli statunitensi Chris CorningRedmond Gerard e Kyle Mack, il britannico Jamie Nicholls, lo svizzero Jonas Boesiger, il canadese Antoine Truchon e i russi Anton Mamaev e Vlad Khadarin (vincitore del Big Air di Mosca). Sei infine gli atleti azzurri pronti a stupire il pubblico di casa: Alberto MaffeiNicola Dioli, Loris Framarin, Cesare Girotto, Nicola Liviero ed Emil Zulian.

 

Tra le donne, la regina è l’austriaca Anna Gasser, dominatrice della scorsa stagione con quattro vittorie (su sei) in Coppa del Mondo, compreso l’evento di Milano, e l’oro ai Mondiali in Spagna con un fantastico 100 nella terza run. Le principali avversarie arrivano dagli Stati Uniti, con la “raising star” Hailey Langland, seconda nel 2016 sotto l’Albero della Vita, Jamie Anderson, oro a Sochi 2014 nello slopestyle, e Julia Marino. Attenti anche alla 20enne britannica Katie Ormerod, già vincitrice a Mosca, alla canadese Laurie Blouin e alla slovacca Klaudia Medlova. Per l’Italia, al via Giorgia Locatin e Margherita Meneghetti.

(foto Mattia Bazzoni-Vitesse)

Proprio il gigantesco trampolino, il più grande di questa specie mai costruito in Italia, sarà parte integrante dello show. La struttura, alta 40 metri (12 metri in più di Padiglione Italia e 6 metri in più dell’Albero della Vita) e lunga 130, ben visibile anche dalla vicina Autostrada dei Laghi, è un capolavoro di ingegneristica realizzato in tempo record: solo cinque giorni, da mercoledì 25 a domenica 29 Ottobre.

(foto di repertorio edizione 2016 COPYRIGHT BERGAMOSPORTNEWS RIPRODUZIONE RISERVATA)

Rispetto all’anno scorso, la pista è più larga (parte da 6 metri e arriva a 20 nella Finish Area) e ha parapetti alti da 2 fino a 6 metri, per garantire il massimo della sicurezza agli atleti. Ma è tutta la filosofia costruttiva a essere stata perfezionata, come spiega Antonio Noris, Technical area coordinator (a dx nella foto) del comitato Big Air Competition: “La rampa di Big Air Milan 2017 è il risultato di una lunga progettazione, avvenuta a stretto contatto con la FIS e in particolare con Roberto Moresi, Contest Director per le specialità di Snowboard e Freeski. La caratteristica è di avere un tratto molto ripido, di 44°, all’inizio per poi mantenersi costante a 38° di pendenza. In questo modo l’atleta prende subito velocità, ma ha anche il tempo di trovare il giusto assetto per il salto. Anche il kicker è stato rimodellato per garantire evoluzioni ancora più spettacolari e sicure”.

Spettacolarità e sicurezza sono proprio i concetti chiave dell’intero progetto: “La sfida costruttiva è stata quella di realizzare una rampa che rispondesse alle esigenze sia di snowboarder che di freeskier, maschi e femmine – continua Noris –. Prima di tutto si è pensato alla loro sicurezza, con un Landing di 38° e una Finish Area di 20×20 metri, adatti allo scopo. Per garantire uno spettacolo senza pause, poi, è stato installato un ascensore che porterà in 50 secondi gli atleti in cima alla rampa, con una capienza di 10 persone”.

Il bergamasco Alessandro Mazzoleni, grande esponente del Freeski, Vincitore della Coppa Italia 2017, sarà presente per la prima volta in veste di commentatore sportivo, nella prova del Freeski appunto, a fianco dello speaker bergamasco Gigi Gas Carletti, per dare al pubblico informazioni tecnico-sportive importanti, e far vivere al massimo le emozioni della gara.

“Sono davvero contento per questa opportunità, che arriva a pochi mesi dall’ottimo risultato ottenuto ad Aprile in Coppa Italia. Il Team Foppolo-Freestyle, aderente allo Sci Club Goggi, è una realtà in crescita e questo evento milanese è la conferma del grande interesse che si sta generando attorno a questa disciplina sportiva. Antonio Noris è certamente uno di quelli che ha creduto di più in questa specialità, ed essere al suo fianco, a rappresentare un po’ i colori bergamaschi  in questo super evento mondiale, è una cosa molto positiva.”

 

IL PROGRAMMA DI BIG AIR AND THE CITY
Venerdì 10 Novembre 
Apertura parco – dalle 15.30 alle 23
Training snowboard – dalle 12 alle 18
Concerto sotto l’Albero della Vita – 20.30

Sabato 11 Novembre
Apertura parco – dalle 9 alle 23
Qualifiche snowboard – dalle 9 alle 15
Finale maschile e femminile di Coppa del Mondo FIS di Snowboard – dalle 18 alle 21

Venerdì 17 Novembre 
Apertura parco – dalle 15.30 alle 23
Training freeski – dalle 12 alle 18
Dj-set sotto l’Albero della Vita – 20.30

 

Sabato 18 Novembre
Apertura parco – dalle 9 alle 23
Qualifiche freeski – dalle 9 alle 15
Finale maschile e femminile di Coppa del Mondo FIS di Freeski – dalle 18 alle 21

 

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive





PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI