LA FORMAZIONE FEMMINILE LOMBARDA VINCE LE KINDERIADI TROFEO DELLE REGIONI

Si è chiusa con il trionfo della selezione femminile della Lombardia la trentaquattresima edizione del Trofeo delle Regioni, il torneo per rappresentative regionali giovanili organizzato dalla Federazione Italiana Pallavolo nell’ambito del progetto Kinderiadi e svoltosi dal 26 giugno al 1° luglio in Trentino.
La Lombardia ha dominato oggi al PalaTrento la finalissima contro il Lazio, completando un percorso impeccabile (8 partite vinte senza neppure un set perso) e portando a casa il sedicesimo Trofeo delle Regioni delle selezioni lombarde (tra indoor e Beach Volley), l’undicesimo per quanto riguarda il settore femminile. La selezione maschile aveva già concluso il suo cammino ieri, piazzandosi al sesto posto, ma a Trento ha potuto comunque celebrare un premio individuale: quello attribuito ad Alessandro Gianotti, miglior centrale del torneo.
La finalissima femminile non ha avuto storia: nel primo set il break decisivo è arrivato sul 19-16 grazie a Magazza, secondo e terzo sono stati segnati da due micidiali turni di servizio di Bolzonetti e Frigerio. Eccellenti le prestazioni di tutte le atlete lombarde nell’arco del torneo: dal capitano Sophie Andrea Blasi, premiata come miglior palleggiatrice, a Sophie Andrea Blasi, top scorer delle Kinderiadi, passando per il libero Agata Tellone, le attaccanti Francesca Magazza e Alessia Bolzonetti, le centrali Matilde Frigerio e Anna Stucchi e tutte le giocatrici della panchina (Laura Pasquino, Loveth Omoruyi, Noemi Rossi, Erica Obiefuna e Letizia Aquilino). Grande successo anche per l’allenatore Massimiliano Bruini, alla prima esperienza da selezionatore regionale, e per il suo staff composto da Matteo Prezioso, Enrico StefaniniDaniele Matarozzo e Alberto Guandalini.
La cronaca: Bruini conferma la formazione vista all’opera in semifinale con Monza in regia, Bolzonetti opposto, Frigerio e Stucchi al centro, Blasi e Magazza schiacciatrici e Tellone libero. Sestetto tipo anche per le laziali.
Avvio di gara subito favorevole alla Lombardia, che vola sul 5-2 e poi sul 10-4 con Magazza, malgrado il time out chiesto da Simonetta Avalle. ll Lazio si fa sentire con Consoli e con due ace di Guiducci, costringendo Bruini a fermare il gioco sul 13-10, ma sbaglia troppo in palleggio e permette a Blasi e Bolzonetti di mettere a segno un nuovo break per il 18-11. Armini e Cortella riavvicinano ancora le laziali (19-16), Magazza però mette fine alla rimonta con due punti consecutivi e Monza si procura il set point trasformato al secondo tentativo per il 25-19.

La reazione del Lazio arriva in avvio di secondo set, con due ace di Armini che convincono Bruini a chiamare time out sull’1-4. La rimonta è immediata a opera di Bolzonetti, autrice di tre punti consecutivi per il 5-4. Le laziali scappano di nuovo avanti 6-9 con Tientcheu, ma è ancora Bolzonetti a salire in cattedra: il suo micidiale turno di battuta porta dal 9-10 direttamente al 23-10, con quattro ace dell’opposto. Il parziale è virtualmente chiuso ed è un errore di Conti a siglare il 25-13.
Anche il terzo set si apre con un 4-0 firmato da Frigerio e Blasi, ma il Lazio si riavvicina con il muro di Nwakalor (4-3); Bolzonetti e Magazza riportano avanti la Lombardia sul 10-5 e sul 13-9 va in battuta Frigerio (tre ace) che fa il vuoto, trascinando le compagne direttamente al match point sul 24-9. La passerella finale si chiude con un errore laziale per il definitivo 25-11.
Grande gioia per Sofia Monza al termine della partita decisiva: “Abbiamo giocato benissimo, contro una grande squadra, e abbiamo vissuto emozioni stupende. Ci ricorderemo per sempre questa partita e questo torneo. Siamo un gruppo bellissimo, sappiamo aiutarci a vicenda anche nei momenti difficili, e per questo ringrazio tutte le mie compagne. Con molte di loro ci rivedremo in Nazionale e spero che l’avventura continui alla grande“.
Anche Agata Tellone non trattiene l’emozione: “Siamo felicissime, è una gioia indescrivibile, e non aver lasciato neppure un set alle avversarie è una soddisfazione in più. La chiave per la vittoria è stata l’unità del gruppo, siamo sempre state molto compatte anche quando le cose non riuscivano bene. Ce lo aspettavamo? Un po’ forse sì, ma andare in campo e vincere è un’altra cosa“.
A fine partita arriva anche una dedica particolare per il selezionatore regionale Massimiliano Bruini: “Voglio ringraziare il Comitato Regionale, a partire dal presidente Adriano Pucci Mossotti e dal coordinatore regionale Oreste Vacondio, che mi sono stati vicini anche nei momenti difficili; la mia avventura, infatti, è stata segnata da molte critiche che però abbiamo messo a tacere con questo perentorio successo. Ringrazio in modo particolare il mio staff tecnico che mi ha sempre aiutato e non mi ha mai lasciato solo: ho trovato persone di notevole caratura tecnica e umana e a loro sarò grato in eterno“.
Al presidente regionale Adriano Pucci Mossotti spetta il consuntivo della spedizione lombarda in Trentino: “Il bilancio è estremamente positivo. La selezione maschile sicuramente non aveva la squadra per ambire alla vittoria; si poteva forse fare qualcosa di più, ma il sesto posto ci permette di conservare una buona posizione nel ranking. La squadra femminile è una piacevole conferma, che dimostra ancora una volta la superiorità del modello Lombardia; sono contento in particolare per Max Bruini, che ha dimostrato di saperci fare in campo e fuori. Questo risultato smentisce i “gufi” che avevano pronosticato una débacle della Lombardia in quanto affidata a un allenatore “sconosciuto”: ora lo conoscono e d’ora in avanti avranno di che parlare, spero positivamente“.
Lombardia-Lazio 3-0 (25-19, 25-13, 25-11)
Lombardia: Omoruyi ne, Monza 6, Pasquino ne, Blasi 6, Rossi ne, Bolzonetti 11, Frigerio 9, Tellone (L), Magazza 8, Obiefuna ne, Aquilino ne, Stucchi 2. All. Bruini.
Lazio: Valoppi, Fabbo 1, Bucci (L), Guiducci 3, Varani, Consoli 3, Nwakalor 4, Adelusi 3, Armini 2, Tientcheu 2, Cortella 2, Conti. All. Avalle.
Note: Lombardia: battute vincenti 7, battute sbagliate 8, attacco 36%, ricezione 37%-29%, muri 2, errori 15. Lazio: battute vincenti 7, battute sbagliate 7, attacco 17%, ricezione 46%-22%, muri 6, errori 33.
Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive





PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI