Mysticfreeride ASD in aiuto al progetto CYCLING ADWA Ethiopia

agwa2

Abbiamo ricevuto l’appello di Tommaso Mombelli qualche settimana fa, in cui ci invitava a sostenerlo nel progetto Cycling ADWA. Adwa è un paese dell’Ethiopia, in cui Tommaso opera come volontario dal 2016 con Giovanni Marchetti di Acqualagna e i toscani Eugenio Campana di Firenze e Daniele Vanoni.

 

Ha avuto l’idea di coinvolgere i ragazzi del paese di Adwa in progetto basato sul ciclismo, allontanandoli dalla strada per infondergli valori come la solidarietà, lo spirito di gruppo, il sacrificio, la crescita grazie allo sport.

“Tutti abbiamo un sogno e il nostro è quello di togliere dalla vita di strada i bambini e gli adolescenti”, ci scrive Tommaso, colpendo la nostra attenzione, “coinvolgendoli in una attività agonistica che permetta loro di divertirsi ed educarli allo spirito di gruppo. Per questo è nato Cycling Adwa il progetto solidale dedicato al ciclismo che ha lo scopo di far crescere e sostenere il team di ciclismo agonistico della città di Adwa.”

 

Mysticfreeride ASD nel 2003 è nata per promuovere in Italia la pratica del ciclismo. Si è subito attivata tra i propri associati e ha organizzato a stretto giro una prima consegna dei materiali ed accessori raccolti.

Ha invitato tutti i propri associati a guardare nei cassetti del proprio garage, negli armadi dei ricordi e cercare materiale utile. È un’occasione per ridare alle vecchie maglie, alla catena nuova ma non più compatibile, alle ginocchiere, ai caschi, agli occhiali… una seconda vita di sorrisi e magari anche vittorie.

Se anche tu vuoi dare una mano al progetto CYCLING ADWA visita il sito www.cyclingadwa.com, prendi contatti con Tommaso info@cyclingadwa.com o scrivi a Mysticfreeride ASD gianandrea@mysticfreeride.com

Cosa cosa serve?

 

CYCLING ADWA ha bisogno di biciclette, anche usate ma in buono stato e di tutto ciò che le riguarda, perché per i giovani atleti africani usare quelle attualmente a disposizione è un’impresa: sono vecchie, pesanti e dure da pedalare.

Occorrono pezzi di ricambio: dalla ruota alla camera d’aria, passando per viti, freni, caschetti protettivi e guanti. Ogni piccola cosa può fare la differenza, poiché al momento quando qualcosa si rompe la squadra aggiusta le bici come può.

Le biciclette donate verranno custodite all’interno della comunità e gli atleti potranno recuperarle nelle ore di allenamento.

 

Per le donazioni economiche

 

Oltre alle bici e il materiale per la manutenzione è possibile sostenere Cycling Adwa, facendo una donazione nell’apposita sezione https://www.gofundme.com/cyclingadwa

 

Kidane Merhet Integrated Project

Adwa, Tigray, Ethiopia

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI