COMARK: IL CUORE C’E’, LE VITTORIE (AL SUPPLEMENTARE) NO

Dopo la brillante vittoria casalinga contro Ozzano alla quarta giornata il team allenato da Lottici ha infilato due sconfitte all’overtime l’ultima delle quali sette giorni fa in casa Contro la quotata Piacenza. Domenica alle 18.00 ancora un appuntamento al PalaFacchetti contro Pavia

Facciamo un piccolo passo indietro. Dopo la gara casalinga stravinta 101 a 71 contro Ozzano nella quale Treviglio ha mostrato gioco brillante contro una formazione obiettivamente ancora tutta da scoprire la formazione bergamasca è incappata in un duplice stop. Diverse le modalità ma stesso risultato considerando in ambedue le occasioni il ricorso al supplementare per definire la squadra vincente. A Trieste la CoMark, per l’occasione anche in Tv, partiva ad handicap subendo le iniziative della formazione di casa. De Min e Capitan Reati suonavano la sveglia. Nel secondo quarto Lottici mette Milani per limitare la regia di un lucidissimo Busca che a 38 anni con tante stagioni passate sui parquet di tutta Italia spesso in A fa valere la sua esperienza. Trieste mantiene sempre il comando delle operazioni (30-26 al 15’) ma Treviglio è lì. Raspino strappa per Trieste un allungo (37 a 27 al 18’) e sul finire del quarto si ha l’impressione che Treviglio possa cedere. Invece è Capitan Reati a firmare una sontuosa tripla centrale per il meno dieci del riposo lungo. Nella ripresa sale in cattedra Busca anche nelle realizzazioni al quale però risponde da par suo il “collega” avversario Tommaso Marino. Trieste però ha molte frecce nel suo arco e la tripla di Lenardon al 29 vale ancora il + 13, divario che scende di due lunghezze al riposo del terzo periodo. Undici punti dello splendido Reati lanciano la CoMark alla rimonta che si concretizza al 36’ (70-69) quando le luci di Sport Italia 2 si spengono. Le note dal netcasting della LNP ci dicono che sono Moruzzi da una parte e Marino dall’altra i protagonisti dei minuti finali nei quali anche il positivo De Min con una tripla ci mette la firma per il primo sorpasso trevigliese sul 74-75 al 40’. E’ ancora Busca con un libero segnato a firmare poi il pareggio sul 75. Primi tre minuti del supplementare punto a punto, Marino e Reati davano tre lunghezze ai trevigliesi (81-84 al 43′) che poi incassavano, per mano di Moruzzi, Maiocco, Magro, Raspino e Busca un parziale di 10-0 che valeva il 91-84 finale. Sette giorni dopo con due infortuni pesanti occorsi nella settimana a Reati e Vitale Treviglio affrontava Piacenza. I ragazzi di Lottici non solo hanno fatto di necessità virtù giocando molto bene sotto il profilo del carattere con i più “titolati” avversari della Copra Morpho Piacenza ma hanno anche rischiato di vincere. Sorpresi e storditi dall’approccio mostrato da De Min e compagni i giocatori della Copra Piacenza faticano a capire il bandolo della matassa. Trascinati da Marino e De Min i trevigliesi sfruttano il maggior atletismo difensivo portandosi a condurre il primo quarto grazie soprattutto ai 5 recuperi frutto del lavoro di gruppo. Nel secondo periodo la musica non cambia e anche se Bolzonella e Perego fanno vedere che provengono dalle categorie superiori Treviglio continua a condurre. Sette punti di Marco Passera scuotono Piacenza che subisce anche un buon momento del giovane centro trevigliese Borra autore di un 4/7 di tutto rispetto frutto di palloni a lui ben indirizzati dai compagni. Al 35’ è ancora la formazione di casa a condurre reagendo al forcing di Piacenza; le impietose percentuali da 3 (17%) e soprattutto ai liberi (56%) condizionano il finale di gara quando De Min insiste troppo dall’arco e purtroppo Marino fallisce due tiri liberi consecutivi dopo una serie di 10/13. Il play trevigliese reagisce con orgoglio subendo uno sfondamento da Bolzonella a 8” dalla sirena poi però fallisce la soluzione disegnata nel timeout dalla panchina. Il tempo supplementare inizia con due azioni favorevoli a Piacenza e qui Treviglio si spegne come un fiammifero senza lottare probabilmente per l’esaurimento delle energie fisiche e mentali. La CoMark sconta come detto la giornata storta al tiro pesante ed ai liberi ma l’atteggiamento generale della Squadra è piaciuto e fa ben sperare per il futuro.

Quinta giornata

APS Trieste 91 (20 42 65 75)
CoMark Treviglio 84 (16 32 54 75)

Acegas APS: Vidani 5, Busca 11, Raspino 15, Maiocco 16, Colli 8, Lenardon 8, Moruzzi 14, Benfatto 8, Magro 6, Contento. All. Dalmasson. Tiri liberi 17/23.

CoMark: Marulli 2, Planezio, Borra 2, Reati 31, Milani 8, Vitale 6, Marino 16, Zanella 7, Gotti, De Min 12. All. Lottici. Tiri liberi 14/17.

Arbitri: Gadda e Borgioni di Roma.

Sesta giornata

COMARK TREVIGLIO 71 (19 30 49 66)
COPRA PIACENZA 76 (14 27 47 66)

CoMark: Marulli 2, Planezio 7, Borra 8, Giosuè ne, Milani 3, Marino 22, Finazzi ne, Zanella 13, Gotti, De Min 16. All. Lottici.

Piacenza: Bolzonella 17, Cazzaniga 4, Perego 18, Antozzi ne, Passera 7, Loschi ne, Trapella 13, Rizzitello 6, Cornacchione 1, Plateo 10. All. Piazza.

Arbitri: Migotto e Dal Bosco.

Note: tiri liberi Comark 22/40, Piacenza 22/30. Tiri da 2: Comark 17/32, Piacenza 18/43. Tiri da 3: Comark 5/29, Piacenza 6/23. Fallo tecnico Passera (38-36 al 25′). Usciti per 5 falli: Milani (49-52 al 32′), Passera (54-52 al 34′). Cazzaniga (61-61 al 38′), Plateo (65-64 al 40′). Spettatori: 1.000 circa.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI