I CINQUE GOL DELL’AURORA SERIATE CONTRO IL CASALE VIDOLASCO. SECONDA POSIZIONE IN CLASSIFICA

(In foto il Capitano Francesco Martinelli autore di una gara di sostanza.)

Leggi l’ottimo reportage di Gianluca Grasso, nuovo giovane collaboratore giornalista di Bergamosportnews.

Aurora Seriate (4-3-3) – Carrara, Ruggeri, Teani, Brolis, Gotti, Marchesi G.L. (70′ Putti), Martinelli (Cap), Chiappa, Marchesi M. (72′ Dzaferi), Tagliani (61′ Lorenzi), Zigrino


A disposizione: Milesi, Rinaldi, Dzaferi, Locatelli, Ingrosso, Putti, Lorenzi.


Allenatore: Randazzo Domenico





Casale Vidolasco (5-3-2) – Crotti, Cella (45′ Dacco’), Stringhi, Mori, Fusar Poli M., Pellini, Sangiovanni, Franchi, Regosa, Cozzolino, Valecci


A disposizione: Mazzucchi, Fusar Poli P., Edallo, Dacco’


Allenatore: Ronca Paolo




Arbitro: Sig. Barelli della sezione di Como. Assistenti Signori Sibra, della sezione di Crema, e Semplici della sezione di Abbiate Grasso



Reti: 38′ Zigrini, 55′ Gotti, 70′ Marchesi G.L., 72′ Marchesi M., 85′ Dzaferi, 88′ Sangiovanni



Note: Recupero 2′, 1′; Ammoniti: 30′ Stringhi.




Nella 13^ giornata del Campionato d’Eccellenza Girone C si sfidano l’Aurora Seriate contro il Casale Vidolasco. Mentre quest’ultima non ha più niente da chiedere al campionato, essendo matematicamente retrocessa, la squadra di casa è alla ricerca dei tre punti per inseguire la capolista Rudianese e mantenere le distanze dal Castiglione Savoia, di appena due lunghezze più sotto.

L’Aurora si schiera perciò con il consueto 4-3-3, con entrambi i fratelli Marchesi in campo e in cabina di regia il capitano Francesco Martinelli.

Il Casale, invece, opta per un più cucito 5-3-2.


Inizio di partita difficile per i padroni di casa: gli uomini di Mister Randazzo spingono, ma la formazione ospite si difende con ordine e cerca di mantenere basso il ritmo della partita.

Eppure è proprio il Casale a mettere per primo in difficoltà la difesa rossoblù, che al 2′ minuto obbliga il portiere Carrara ad una pericolosa uscita.

Il Seriate comunque rimane compatto, grazie anche alle geometrie di Capitan Martinelli, che tocca numerosi palloni e dà il via alle azioni del reparto offensivo. Ne nascono le prime occasioni per L’Aurora, che conquista due corner, non sfruttati al meglio, nel giro di tre minuti.


Ancora al 16′ Tagliani mette a centro area un cross per la testa di Marchesi M., che manda la palla di poco a lato.

Un minuto dopo si registra una punizione da posizione favorevole per il Seriate, ma Tagliani manca il bersaglio.

E’ sempre la squadra di Randazzo a fare la partita; il Casale si fa vedere solo aggiudicandosi un corner al 25′, che viene sprecato. Ma poco più tardi, il numero 10 Valecci, dopo una serie di finte e dribbling tra la difesa seriana, centra in pieno la traversa a portiere battuto.


Nel complesso è una gara corretta; l’arbitro Barelli tira fuori solo un cartellino giallo al 30° per un entrata fallosa in scivolata di Stringhi su un giocatore seriano.


E’ solo al 38° che si sblocca il risultato: il centrocampista Chiappa si invola sulla fascia destra e mette in area il pallone che Zigrino colpisce di testa. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi con il risultato parziale di 1-0 per l’Aurora.



Al secondo tempo Mister Ronca tenta un modulo più offensivo buttando nella mischia il numero 15 Alessandro Dacco’ e richiamando in panchina Cella. Si passa quindi ad un 4-3-2-1.


Con questa soluzione il Casale risulta più reattivo e vivace, ma l’Aurora ha sempre la partita sotto controllo. Infatti, già al 10′ il terzino Sinistro Gotti si invola in area, dribbla la difesa avversaria e con un rasoterra obliquo batte Crotti. Aurora – Casale 2-0.


Al 21′ Tagliani, autore di una prova soddisfacente, lascia spazio al giovane Lorenzi.


Poi pochi episodi da registrare fino al 30′, quando Zigrino crossa dalla destra, riceve Marchesi M., che controlla e passa al centro per il fratello Gianluca, che va in rete. E’ 3-0.

L’autore del gol è subito sostituito da Putti, classe ’91.


Poco dopo l’Aurora dilaga: il numero 9 Marchesi M. si fionda in area sul filo del fuorigioco e sorprende Crotti, rimasto fermo perchè credeva fosse gioco fermo per posizione irregolare dell’attaccante rossoblù. Il portiere accenna ad una protesta nei confronti dell’assistente, ma l’arbitro mette calma.


Altro cambio al 33′ per la squadra di casa: fuori ancora una volta l’autore di un gol, questa volta Marchesi, il “maggiore”, ed entra il numero 14 Dzaferi.

A 10′ dal termine l’Aurora Seriate non sembra sazia del risultato. Prima Zigrino da solo davanti al portiere spara addosso allo stesso, che riesce a bloccare la palla; poi il vivace Dzaferi mette anche il suo nome sul tabellino dei marcatori: Lorenzi, infatti, sfrutta un contropiede, attira il portiere su di sé, poi mette al centro e regala l’assist al numero 14, che si ritrova solo a porta vuota.

Il Casale Vidolasco, anche se ormai senza speranze, trova il gol della bandiera con la complicità del portiere Carrara. E’ il centrocampista Sangiovanni che da fuori area fa partire un tiro insidioso: Carrara afferra la sfera,ma poi se la lascia sfuggire e la palla oltrepassa la linea.


Finisce cosi il match 5-1.




Nel dopo partita ho potuto raccogliere le dichiarazioni del capitano Martinelli:

” Il Casale si è presentato con un modulo difensivista? Ci sta. Siamo stati noi che abbiamo iniziato il match molto lentamente, forse fin troppo, però poi ci siamo accorti che il tempo scorreva e abbiamo accelerato il ritmo. Cosi la partita si è messa nel modo giusto.


La cosa più importante sono i tre punti, anche un 1-0 andava bene. E’ una vittoria fondamentale in vista della prossima gara contro una diretta concorrente.


Il Castiglione ha pareggiato? Ottimo, ma comunque dobbiamo guardare in casa nostra, andare la e fare la nostra partita”.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI