IL CUORE DI UNA GRANDE COMARK BATTE PIACENZA

NELLA FOTO  RICCARDO CASTELLI UNO DEI DIECI MAGNIFICI COMPONENTI LA ROSA DELLA COMARK BLU BASKET IN SEMIFINALE PER LA LEGA DUE

La formazione cara al Presidente Mazza si aggiudica la “battaglia” di gara-3 (ancora dopo un supplementare) ma cede in gara-4 perdendo l’occasione di chiudere la serie in casa. Tre giorni dopo il capolavoro di Piacenza dove una Super CoMark si aggiudica il match-ball e la serie

Gara-5 … il capolavoro del cuore

E’ il 27’ quando German Scarone forse il più titolato dei giocatori di Piacenza ha appena segnato il 55esimo punto per i suoi colori contro i soli 38 di una CoMark frastornata. Da lì in poi Treviglio si aggrappa all’unico elemento che fino a quel momento, forse, non aveva preso in considerazione: il cuore. Gettando in campo tutto quello che rimaneva in corpo Reati e compagni, surriscaldati anche per l’espulsione del proprio coach, confezionano una delle rimonte più belle che rimarranno nella storia della Blu Basket. In 5 minuti di lucida follia Marino (3), Castelli (2), Reati (5), Vitale (6) e Zanella (3) infliggono un 19-2 impattando sul 57 pari al 32’. La CoMark non si ferma più. Vitale e Reati da tre e Zanella da due incrementano il parziale (27 -2 !!!!!!) ed al 36’ siamo 59-65. Bolzonella e Passera (strepitoso il suo primo tempo…) cercano di ricucire ma Marino (4/13 al tiro ma 13/15 ai liberi e ben 13 falli subiti!!!!) è freddissimo mentre Castelli mette il punto esclamativo con una tripla al 40’ (65-74). I liberi finali di Reati e Vitale servono per i titoli di coda di una pellicola da sogno che i trevigliesi di Coach Simone Lottici hanno interpretato con umiltà, cuore ed una enorme voglia di vincere. Adesso la griglia prevede la finalissima tra Trapani e Brescia e la “finalina” tra Ostuni e Treviglio CoMark: si comincia domenica e martedì ad Ostuni, venerdì 20 e domenica 22 a Treviglio.

Gara-3 … una battaglia vinta

Dopo l’1 a 1 si devono giocare due gare consecutive a Treviglio. Il PalaFacchetti venerdì 6 maggio si veste a festa ma la CoMark inizia senza il piglio giusto e Piacenza ne approfitta. L’illusorio 7-0 frutto di una serie pregevole di conclusioni di De Min convince Treviglio della “facilità” della sfida ma dall’altra parte ci sono giocatori come Scarone, Bolzonella e Perego non gente qualunque. Sfruttando il rilassamento colpevole di Treviglio con oltre il 70% al tiro Piacenza tenta la fuga: + 12 al primo intervallo vantaggio che va al massimo + 15 pochi minuti dopo. Nel secondo quarto però la CoMark grazie al cosiddetto secondo quintetto cambia pelle. I cinque bianco blu in campo sono cinque leoni, aggrediscono l’avversario e l’adrenalina difensiva spinge l’attacco nel quale Zanella (mvp della gara) si esalta. Al 15’ Treviglio è rientrata (31-32) e la paura è passata grazie allo sforzo compiuto da Castelli, Marulli, Milani e Vitale oltre al già citato Zanella. Lottici ad inizio terzo quarto torna al suo starting five ed il parziale di 10-11 del periodo sottolinea come gli attacchi di entrambe le contendenti siano asfittici con Marino che trova le sue prime triple ed i suoi primi punti. L’ultimo quarto vede il punteggio sostanzialmente in equilibrio. Castelli interrompe il lungo digiuno offensivo della Comark (50-54 al 32′), che in quasi dieci minuti realizzava la miseria di due soli punti, forzando oltremodo. Si procedeva tra tanti errori (56-57 al 37′), Zanella, Vitale e Marino replicavano a Scarone e Cazzaniga (62-62 a 38″), gli errori di Cazzaniga e Marino portavano il match all’overtime dopo un contestatissimo fischio arbitrale non favorevole a Piacenza che costerà le squalifiche di coach Piazza e Scarone. Nel supplementare il boato del PalaFacchetti guida le triple di Vitale e Marino che lanciano la Comark verso il successo (68-63 al 43′). Ancora Vitale realizzava dall’arco la tripla decisiva (71-66 a 28′) ed il match si chiudeva virtualmente in quel momento. Nella CoMark oltre che per leadership e punti (2/5;3/5) Vitale è piaciuto anche in difesa su Scarone; bene anche Castelli (3/5; 0/3; 1/2; 10r) e un super-Zanella (8/15; 3/5; 12r)

Gara-4 … il match ball perso

Ci si aspettava onestamente un atteggiamento diverso da parte di una Squadra come la CoMark che sul proprio terreno domenica scorsa ha avuto l’occasione di chiudere la serie con Piacenza. Pronti via ed al 5’ ci si ritrova subito ad inseguire (7-15) mostrando oltre modo una scarsa aggressione e determinazione difensive. Alla fine del quarto sono ben 29 i punti subiti con gli ospiti che ancora una volta trasformano ogni tiro in canestro (oltre 70% al tiro): Rizzitello, Cazzaniga e Perego sembrano i “big three” ma è Treviglio che non c’è. Si ricorre ai ripari con l’innesto di Castelli e Vitale nel secondo quarto ma la CoMark non è in versione venerdì. Spesso confusionaria in attacco ma ancora poco aggressiva in difesa la formazione di Lottici si lascia sopraffare da una Piacenza che è ben consapevole di essere all’ultima spiaggia. Il + 10 fotografa esattamente quanto visto in campo con Treviglio che ottiene punti da Reati (7) Zanella (8) e De Min (7) ma che non trova quel gioco di Squadra redditizio a cui ci si è abituati. La svolta attesa avviene nel terzo periodo quando Reati e compagni decidono di difendere insieme concretamente. Il parziale è scioccante (17-1) ed il + 6 di inizio quarto periodo rincuora i numerosi tifosi presenti che scaldano di tifo “bollente” il PalaFacchetti. Quando si tratta di infliggere il ko però la CoMark si perde nei suoi difetti. Il play avversario Marco Passera (1 mt e 75 cm …) diventa imprendibile e colpevolmente la CoMark lascia che alla fine confezioni una “tripla-doppia” da incorniciare pensando anche al valore della gara: 21 punti, 11 rimbalzi (!!!) e 10 falli subiti conditi anche da 8 assist. Treviglio litiga con se stessa e con il canestro e nessuno dei suoi eroi la salva da una sconfitta meritata per quello che si è visto in campo. Lottici ed i suoi Ragazzi avranno poco tempo per riflettere: mercoledì si gioca la bella ovvero o dentro (se si vince…) o fuori.

IL MAGICO TABELLINO GARA CINQUE

Copra Piacenza 71 (15 36 54)

CoMark Treviglio 79 (9 28 54)

Copro Morpho Bakery (22/37; 3/14; TL 18/22): Bolzonella 19, Cazzaniga 9, Perego 10, Antozzi ne, Passera 18, Loschi 5, Trapella, Rizzitiello, Scarone 10, Cornacchione ne. All. Piazza

CoMark (10/28;10/26;TL29/40): Marulli, Planezio, Borra ne, Reati 15, Milani, Vitale 14, Marino 21, Zanella 13, De Min 3, Castelli 13. All. Lottici.
Arbitri: Riosa di Trieste e Borgione di Roma.

TABELLINO GARA TRE

Comark Treviglio 74 (17 38 48 62)

Copra Piacenza 68 (29 41 52 62)

Comark (18/41 da due; 8/30 da tre; TL14/24): Marulli 1, Planezio, Borra, Reati 5, Milani 5, Vitale 13, Marino 15, Zanella 19, De Min 9. Castelli 7. All. Lottici.

Copra Piacenza (14/40 da due; 9/26 da tre; TL13/19): Bolzonella 12, Cazzaniga 5, Perego 15, Antozzi ne, Loschi, Passera 5, Trapella 8, Rizzitiello 9, Scarone 14, Cornacchione ne. All. Piazza.

Arbitri: Volpe di La Spezia e Bianchini di Bagno a Ripoli (Fi).


TABELLINO GARA QUATTRO

Comark Treviglio 65

Copra Piacenza 74
Comark (19/38 da due; 4/19 da tre; 15/23 ai tiri liberi): Marulli, Planezio, Borra 4, Reati 14, Milani 1, Vitale 6, Marino 15, Zanella 8, De Min 9, Castelli 8. All. Lottici.

Copra Morpho Bakery (20/40; 6/16; 16/21): Bolzonella 8, Cazzaniga 9, Perego 11, Antozzi ne, Loschi 3, Passera 21, Trapella 4, Rizzitiello 12, Scarone 6, Cornacchione ne. All. Montefusco.
Arbitri: Riosa di Trieste e Vanni Degli Onesti di Corno di Rosazzo (UD)

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI