L’ALTRA VITA DI LUCA MESSI. LA MASSOFISIOTERAPIA SPORTIVA.

Luca Messi è certamente uno che sa fare andare la mani… . E chiunque lo conosca potrebbe pensare ad uno sganassone sul muso…, visti i suoi grandi trascorsi sportivi nella Boxe. Messi infatti è stato Sfidante per il Titolo Mondiale Professionisti, due volte Campione Italiano e molte affermazioni a livello internazionale.

Ma il “Rocky orobico”, fuori dal ring, è da sempre una persona gentile e rispettosa.

La sua passione per lo sport in generale lo ha sempre portato a studiare, conoscere e curare il corpo umano. Già nel lontano 1994 Messi otteneva il Diploma di Massofisioterapista sportivo.

La carriera pugilistica lo ha temporaneamente tenuto lontano da questa sua attività, che però è sempre rimasta nel cuore del Campione che, appena ha potuto, ha concentrato tutto il suo impegno in questa direzione costituendo un Centro Medico e Massofisioterapico per sportivi, a Ponte S.Pietro, denominato “Centro Medico Ponte”.

“Ho sempre amato questa professione perché mi tiene sempre a contatto con lo sport. Nello sport, si sa, possono avvenire traumi, e la soddisfazione che si prova nel risolvere queste problematiche, e consentire all’atleta di riprendere a giocare e mettersi in gioco (perché questo è lo sport), è enorme. La mia esperienza sportiva è tutta al servizio di questa mia attività, che riesce a motivarmi in modo totale.”

E’ convinto Luca Messi quando ne parla… . Il centro, che amministra personalmente, è attrezzato di tutto punto e si percepisce l’attaccamento del pugile bergamasco al suo lavoro:

“Lo sport è la mia vita. Questo è fuori da ogni dubbio. Nel nostro centro cerchiamo di offrire un servizio a 360 gradi. Visite per la pratica agonistica della Medicina dello Sport, e trattamenti per sportivi. Lo Sport è una cosa bellissima da vivere da dentro, e la mia esperienza mi ha appagato. Lo sport è però anche condivisione e comunicazione, e l’attività che io svolgo qui mi permette di dare agli altri le tante piccole cose che lo sport mi ha insegnato. Da quest’anno poi c’è un importante novità. Le visite agonistiche dei minorenni, effettuate da noi, avranno il costo interamente coperto dalla Regione Lombardia, e per le famiglie saranno pertanto gratuite. Una cosa importante per i giovani che si avvicinano allo sport.”

In ogni caso niente paura… . Luca Messi è sempre Luca Messi. E se anche l’attività di Massofisioterapista sta assumendo un ruolo centrale nella sua vita, non manca certo di essere sempre in palestra la sera ad insegnare la Boxe. A Mozzo e Capriate infatti ci sono le sedi dell’Accademia Pugilistica Bergamasca, gestita da Luca Messi personalmente.

“La Boxe è una cosa che fa parte di me. Non potrei mai farne a meno. Ogni tanto guardo le locandine dei match che ho disputato e, anche se sono sempre qui, e le vedo tutti i giorni, talvolta mi fermo un secondo e riaffiorano in me ricordi fortissimi e indelebili. Ringrazio la vita per avermi offerto questa grande opportunità, e so di essermi impegnato a fondo per portare a casa i risultati che ho conseguito. Ma lo sport, se è vero sport, non si ferma mai. Per questo cerco di coniugare le mie due attività ,in modo che ognuna tragga linfa dall’altra… . E questo mi dà la carica per fare sempre meglio. Lo ripeto: Lo sport è la mia vita!…ed la mia via!”.

 

Intervista a cura di Luca Limoli (RIPRODUZIONE RISERVATA)

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI