PREMIATE LE MIGLIORI FOTOGRAFIE DELLA MONTAGNA. IMMAGINI DAVVERO SPETTACOLARI

Metronomic

ele

In evidenza la bergamasca Eleonora Delnevo

 

 

OROBIE FILM FESTIVAL GRANDE SUCCESSO PER L’EDIZIONE NUMERO 11   Serata finale: Cerimonia Di Premiazione e “Bonatti day” Ecco tutti i premiati e i momenti collaterali

Image

CONCORSO FOTOGRAFICO BRUSH STROKE di Filippo Salvioni Un magistrale bianco e nero capace di mostrare l’essenza della montagna senza il bisogno di ritrarla. Le geometrie del cielo, così eteree e fantasiose eppur così precise, accompagnano da sempre l’Uomo nel suo cammino esistenziale, ricordandogli la vastità dell’avventura in corso e il suo ruolo di privilegiato comprimario.

Image

CONCORSO CINEMATOGRAFICO OROBIE E MONTAGNE DI LOMBARDIA “Màs, il sacrificio della montagna” di Giorgio Affanni La giuria vuole rendere omaggio a questa sezione di OFF proprio con un film che vuole valorizzare l’essenza della montagna orobica che non è solo alpinismo, sci, turismo, ma è soprattutto territorio, abitanti, tradizioni e cultura, attraverso un antico rito che trae origine nella notte dei tempi.

Image

CONCORSO CINEMATOGRAFICO PAESAGGI D’ITALIA “L’Avifauna delle Alpi” di Gianni Valente Pur essendo un documentario di tipo classico, offre una panoramica completa e interessante sul patrimonio avifaunistico alpino.

Image

CONCORSO CINEMATOGRAFICO TERRE ALTE DEL MONDO “Iran. A skier’s Journey” di Jordan Manley Per la scelta di alternare scene di montagna e di scialpinismo in un territorio praticamente sconosciuto a noi occidentali, con le discese delle catene dell’Arborz e dello Zagros in Iran, e con altre sulla vita quotidiana a Teheran e in altri luoghi del Paese.

Image

CONCORSO CINEMATOGRAFICO PREMIO DELLA GIURIA “Metronomic” di Vladimir Cellier Con questa menzione la giuria vuole sottolineare come il messaggio della cinematografia di montagna debba andare “oltre” per coinvolgere lo spettatore con visioni di nuove avventure in cui la montagna è scenario per vivere emozioni accompagnate da musiche, dove gli attori sono musicisti e funamboli d’eccezione.

Image

Il Premio “Montagna Italia” 2017 è stato assegnato alla sezione Cai Alta Valle Brembana per i 40 anni di attività. Ha ritirato il riconoscimento il Presidente Andrea Carminati.

Image

Eleonora Delnevo ha ricevuto il Premio “Bonatti day” 2017: 35enne bergamasca, ha raccontato al pubblico, attraverso parole e immagini, la sua storia particolare perché, a causa di una caduta da una parete in Trentino, la sua vita è cambiata radicalmente. Lola, così chiamata dagli amici, avrà anche perso l’uso delle gambe, ma non la sua voglia di vivere la montagna, tant’è che nell’ottobre 2016 ha scalato la vetta californiana “El Capitan”. Presente sul palco con gli amici Diego Pezzoli e Davide Grimoldi.

Grazie alla collaborazione con Visit Bergamo è stato estratto tra i presenti un soggiorno presso una delle splendide località montane delle Orobie.

Image

Image

Il Centro Studi Danzarea ha presentato una suggestiva coreografia di danza con il ballerino Umberto Rota sulle musiche di Bach.

Image

Il Soprano Silvia Lorenzi e il Maestro Trombettista Fabio Brignoli si sono esibiti in una superlativa performance lirica dal titolo “Alta quota – arie alla tromba”

Image

A conclusione della serata è stato proiettato “Grimpeurs” di Andrea Federico che ripercorre la famosa salita alla Parete Sud del Freney nel 1961.

Associazione Montagna Italia: tel. 035.237323 | press@montagnaitalia.com

BrushStroke-FilippoSalvioni

Màs-ilsacrificiodellamontagna

avifauna

Iran

grimpeurs

soprano

danzarea

 

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI