RUGBY:DOMENICA PRIMO NOVEMBRE LA RESPROSCAN BERGAMO AFFRONTA IN CASA IL GUSSAGO

Bergamo 30 ottobre 2009 – È finalmente arriva il momento del confronto diretto. La Rugby Bergamo 1950 Reproscan domenica incontra sul nuovo manto erboso di casa gli storici del Rugby Gussago, una formazione che da sempre rappresenta per il sodalizio orobico una specie di cartina al tornasole della preparazione.

Siamo alla quarta giornata del campionato di Serie C Elite e i XV del Bergamo sono il fanalino di coda del girone Nord Ovest, mentre i bresciani il gusto della vittoria l’hanno già assaporato una volta.

Riprende il campionato di Serie C Elite con lo storico scontro che vedrà domenica il XV bergamasco misurarsi contro i cugni bresciani del Gussago. Una rivalità dai toni accesi ma sempre nella correttezza del gioco e dell’ambiente della palla ovale. Fischio d’inizio ore 14.30 domenica primo novembre.

Siamo alla quarta giornata del campionato di Serie C Elite e i XV del Bergamo sono il fanalino di coda del girone Nord Ovest, mentre i bresciani il gusto della vittoria l’hanno già assaporato una volta.

Che sia un appuntamento importante per la Rugby Bergamo 1950 Reproscan lo si capisce entrando negli spogliatoi durante gli allenamenti infrasettimanali,  e le motivazioni sono più di una. “È arrivato il momento che tutta la squadra aspettava” commenta Simone Pertusio, flanker di inequivocabile esperienza “durante la settimana si è lavorato bene e con concentrazione e la squadra non è mai stata così carica”. Ma non solo, perché i giocatori orobici sentono particolarmente la partita contro i cugini bresciani. “Contro il Gussago abbiamo da sempre un conto aperto, l’ultima vittoria risale a tre anni fa, nella stagione in cui li abbiamo superati in testa alla classifica nell’ultima giornata di campionato, e quel successo ci permise l’accesso ai play-off” chiosa Pertusio, per tutti Shirly.

Una tensione emotiva che anche il pubblico presente domenica al campo Sghirlanzoni (fischio d’inizio ore 14.30) avvertirà con grande passione, perché la stagione della Reproscan non è iniziata nei migliori dei modi, complici anche l’adozione di nuovi schemi di gioco non ancora assimilati e qualche infortunio di troppo. Senza accampare scusanti, il bottino ancora a zero non rispecchia la qualità di gioco espressa dai bergamaschi, anche se i risultati finali di alcune partite hanno messo in luce qualche carenza, soprattutto negli ultimi due scontri contro il Borgo Poncarale e l’A.S.R. Milano.

“Ci aspettiamo una prova di maturità complessiva dai nostri ragazzi” commenta Paolo Bosc, uno dei dirigenti accompagnatori della squadra “è giusto fare affidamento suoi giocatori di esperienza, poiché sono loro che devono guidare la squadra nei momenti difficili, ma ci aspettiamo dai giovani usciti dal nostro vivaio quel valore aggiunto che finora non si è visto”. Giusto dare responsabilità e spazio a chi è talentuoso e con energie da vendere, questa è sempre stata la politica della società che tende a valorizzare i giovani, ma i tifosi vogliono vedere quell’aggressività e quell’impatto fisico che da sempre fanno parte del DNA del rugby “Made in Bergamo”.

“Giocheremo in casa e questo ci trasmette una carica particolare” commenta Stefano Tasca, capitano del XV orobico “quella carica che non si è ancora vista in campo fino ad oggi, e che sono certo rappresenti la vera forza di questa squadra: noi domenica abbiamo bisogno di una prestazione che dia morale”.

Fortunatamente oltre ad un ambiente carico la Reproscan può contare anche su alcuni rientri importanti, tra cui, la forte ala Mauro Minetti, fuori da alcune settimane per un leggero infortunio al ginocchio, e il ritorno tanto atteso di Jouness Oubaha, giocatore fondamentale in mischia. Proprio il rientro del ventottenne giocatore ha il sapore del riscatto: lontano dal campo per due stagioni per dedicarsi allo studio serale e conseguire un diploma di perito tecnico, il talentuoso numero 8 di origine marocchina è in forma e pronto alla battaglia. “Jouness è sempre il solito giocatore straordinario” commenta capitan Tasca “per quelli come lui due anni di stop neanche si vedono e poi adesso è fisicamente pronto”.

L’appuntamento è dunque domenica 1 novembre allo Cittadella dello Sport perché chi ama il rugby, per sostenere il XV orobico alla ricerca dei primi 3 punti.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI