UN ALBINOLEFFE CAPARBIO CASTIGA L’EMPOLI

Lo Stadio Atleti Azzurri D’Italia, allietato tra l’altro dalla presenza in tribuna della band dei Nomadi molto amici di Mister Mondonico, vede l’Albinoleffe trionfare contro l’Empoli di Aglietti. Decide il match una doppietta di Karamoko Cissè, che punisce la formazione toscana incapace di pungere in attacco. Oltre le consuete dichiarazioni dell’allenatore della Celeste, all’interno anche le parole del bomber della giornata e dell’esperto difensore Ruben Garlini.

E’ stata una partita da Albinoleffe”: cosi esordisce Emiliano Mondonico in occasione dell’incontro con la stampa nel dopo partita, volendo sottolineare lo spirito di sacrificio e di squadra avuto dai suoi ragazzi. In esclusiva per Bergamosportnews continua il Mister: “Oggi la vittoria è passata dalla sofferenza, abbiamo tirato fuori veramente tutto contro una squadra che sulla carta è più forte di noi”. In effetti la prestazione degli undici del tecnico di Rivolta D’Adda è stata molto positiva sul piano della mentalità, sebbene la partita in sé non sia stata molto “bella da vedere”. Ma si sa che nel calcio può accadere di fare risultato anche senza giocare a ritmi alti. Cosi è stato, entrambe le squadre non hanno dato vita ad un gioco particolarmente spumeggiante. Prosegue poi Mondonico: “Abbiamo fatto qualche errore in fase di ripartenza, ma questo è da imputare dall’ansia di prendere gol, cosa che ultimamente ci accade troppo spesso. Le condizioni di Torri? Be’, viene da un brutto infortunio, ha giocato con la Primavera ma purtroppo non è ancora in condizione. Speriamo di riaverlo presto perché anche oggi ci è mancato il cinismo sotto porta non avendo un punta pura di ruolo come lui”. E per finire un pensiero anche al nuovo acquisto “eccellente” Nicola Mingazzini: “Nicola non gioca praticamente da sette mesi e bisogna dargli tempo. Per adesso ha giocato venti minuti in Coppa Italia contro la Lazio e oggi ne ha fatti altri quaranta. Devo dire comunque che sta rispondendo molto bene”.

Questo Empoli che mira alla Serie A è sembrato alquanto impalpabile soprattutto nel primo tempo e solo nella seconda frazione di gara ha tentato qualche affondo senza trovare il pertugio giusto per scardinare la retroguardia celeste: il portierone Tomasig infatti è stato chiamato in causa molto poco.

Ma in questa partita calma e senza particolari acuti la differenza l’ha fatta la grande personalità della formazione bergamasca impreziosita dalla vivacità di “Kara” Cissè. L’attaccante guineano buca la rete toscana già al 10’ del primo tempo dopo essere stato servito alla perfezione con una verticalizzazione filtrante. E dopo un cosi lieto inizio il giocatore 22enne chiude in bellezza siglando il gol del 2-0 nei minuti finali della ripresa, dimostrando di essere stato in partita per l’intera durata del match. Il numero 17 parla cosi per Bergamosportnews: “Il primo gol è stato più emozionante e importante perché andare in vantaggio con una squadra come l’Empoli non è facile, ci ha dato tranquillità. A livello tattico preferisco sempre giocare da esterno, in particolare nella fascia sinistra in modo da poter rientrare col destro e calciare, ma mi adatto anche come mezza punta come ho fatto oggi nel secondo tempo. Adesso penseremo alla Reggina, io mi sento bene fisicamente e sono pronto a dare il mio contributo, la scelta di farmi giocare spetterà però al Mister come sempre”.

Parola anche all’esperto difensore Ruben Garlini, autore anche lui di una prestazione più che positiva: “Oggi ho giocato da centrale difensivo e non da esterno, ma io sono qui all’Albinoleffe per dare una mano a raggiungere l’obiettivo salvezza perciò non importa dove gioco, la cosa fondamentale è riuscire a dare il proprio contributo. Oggi l’Empoli ha creato poco, non so se per merito nostro o demerito loro (anche se dall’espressione il giocatore non nasconde di credere più alla prima versione, ndr). Loro venivano da due sconfitte consecutive e nel secondo tempo hanno tirato fuori la cattiveria, ma non è bastato. Siamo contenti cosi”.

Questi tre punti danno uno slancio alla classifica non indifferente considerando che l’Albino deve ancora affrontare il recupero della 17ma giornata contro la Reggina in programma Mercoledi 8 Dicembre a Reggio Calabria. E poi? E poi questo impegnativo trittico di partite iniziato oggi finirà Sabato prossimo, quando gli uomini di Mondonico dovranno incrociare i guantoni con i cugini dell’Atalanta di Colantuono …

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI