STEFANO SALVI grande tifoso dell’Atalanta

  

Stefano Salvi. Ex vice-Gabibbo di Striscia la notizia, famoso per le sue inchieste e le sue interviste, è ora uno dei personaggi del web più gettonati. Il suo sito www.stefanosalvi.it è uno dei più visitati in Italia. A brevissimo sarà attiva la sua web-tv. Ma Stefano è anche un appassionato di calcio e uno strenuo tifoso delle squadre bergamasche Atalanta e Albinoleffe. Va allo stadio da quando ha 6 anni. Ecco il suo commento sulle grandi del calcio orobico.

  

Atalanta-Inter 3-1. Un commento:

" E' stata una delle più belle partite degli ultimi 5 anni. Si è visto un gran gioco.".

Quali i giocatori più in evidenza? :

" Mi piace tantissimo Valdès. E' un giocatore che sa essere funambolico, ma anche concreto. Non è frequente che due qualità così siano riunite in un unico giocatore. C'è poi Manfredini che è una vera colonna portante. Impareggiabile Floccari. Probabilmente verrà ceduto. E' un campione di razza. E poi un Doni così…proprio il Doni che serve! . Parlo di questi giocatori perchè mi hanno colpito. Il mio amore è comunque per la squadra, per i colori neroazzurri. E la mia massima stima è per Del Neri e per Osti. L'uno per il gioco, l'altro per come riesce a gestire al meglio i giovani."

Albinoleffe?:

" Apprezzo moltissimo il lavoro di Madonna. Conosco bene la sua intelligenza come uomo, come giocatore e come allenatore. Mi allenavo con lui e la squadra ai tempi dello storico Alzano. Io non giocavo in partita, praticavo a livello amatoriale, ma ricordo che, durante gli allenamenti mi facevano segnare, perchè questo era considerato molto scaramantico, si pensava portasse fortuna…e spesso era così davvero."

Chi è  Stefano Salvi sportivo?

" E' uno che ha sempre giocato nei cortili e negli oratori… . Ma ho avuto anche l'onore di giocare in grandi stadi. Con la Nazionale DJ , di cui sono stato capitano dal 1996 a 2001, con la Nazionale Artisti-tv e con la squadra di Striscia la notizia. Ho giocato all'Olimpico di Roma, 5 volte a S.Siro, a Firenze, a Palermo, a Udine e… perfino a Bergamo. E, a dire il vero, quella è stata la partita più emozionante, davanti alla gente della mia città. Era un match contro la Nazionale Magistrati."

Può l'Atalanta di quest'anno sognare l'Europa?:

"La prima cosa è arrivare alla soglia dei 40 punti prima possibile. E' chiaro che se ci si arriva tra 4 partite, allora si può fare un discorso. Se invece ci si arriva a 4 partite dalla fine, se ne farà un altro… . Per ora è solo il caso di aspettare."

Perchè una fede così forte nei confronti della Dea-Atalanta?:

" In verità la stessa fede è per l'Albinoleffe. Se si ritrovassero una contro l'altra in campionato io non saprei per chi tifare. Esprimono entrambe lo spirito sportivo delle genti bergamasche. L'Atalanta è una bella realtà calcistica, che si è sempre distinta per la sua buona amministrazione. E poi c'è la proverbiale attenzione per il vivaio, per i giovani. Con la crisi mondiale che incombe molti dovranno seguire il modello atalantino.".

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITĂ  SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI