1° MEMORIAL FAUSTO DUCI. L’INDIMENTICATO CAMPIONE NUMERO 31 (PARTE 2)

Stefano Bonetti alza al cielo il Trofeo intitolato al suo amico Fausto. Accanto a lui i familiari. Fausto è stato purtroppo il grande assente, ma è stato anche il grande “presente” in ogni momento della manifestazione. Leggi le interviste.

Stefano Berrino Direttore di Gara:

“Fausto era un gran pilota, infallibile direi. La gente gli era vicina, grazie al suo carattere semplice e alla sua umiltà. Era un perfezionista, ma amava condividere questa sua caratteristica con gli altri. Anche con gli avversari.”

Manzoni del Motoclub MG:

“In una terra caratterizzata dalla tradizione fuoristradistica, quello delle corse in salita è stato un evento speciale. Non ho potuto trattenere l’emozione quando ho visto passare la moto numero 31… .”.

Jerry Fornoni:

“L’Organizzazione è stata impegnativa. Ai piloti il tracciato è piaciuto. E’ simile alla classicissima di Sillano. Credo sia stato il modo migliore di ricordare Fausto.”.

Maurizio Simonetti e Natalino De Tomasi Comitati Impianti FMI:

“Questa prima edizione ha goduto di un allestimento e un percorso ottimali. Massimo rispetto per gli standard di sicurezza. Continuerà come prova dei Campionati Italiani. Grande affetto per la famiglia Duci.”.

Durante l’evento, che ha visto piloti di svariate categorie motociclistiche (classi 125, 250, 600 stock, Naked, 600 open, Supermotard e Sidecar) cimentarsi su un tracciato di montagna di 2,350 km, hanno avuto luogo anche le premiazioni del Campionato Italiano di Velocità in Salita 2010.

Hanno vinto per le classe 125 Formenti Marco (1’38,78), per la classe 250 Erba Paolo (1’34.49), per la classe 600 stock Rossini Paolo (1’32.43), per la classe Naked Manici Stefano (1’32.45), per la 600 OPEN Bonetti Stefano (1’27,98), per la classe Supermotard Pedriali Loris (1’31.15) e per la classe sidecar Barbi/Donatori (1’54.92).

 

Il trofeo Assoluto, pezzo unico in vetro realizzato appositamente da un’ artista locale (ritratto Fausto Duci in sella alla sua moto sulle strade natie, con il monte Alben sullo sfondo), è andato a Stefano Bonetti con il tempo di 1’27.98.

 

AVVERTENZA: le immagini e le interviste di questo servizio sono state realizzate in loco dai corrispondenti di Bergamosportnews.it .

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI