ATLETICA CAMPIONATI ITALIANI INDOOR. MARAVIGLIA E LODETTI CAMPIONI

18/02/12 TRICOLORI GIOVANILI INDOOR: MARAVIGLIA D’ORO, MAGGIONI DI BRONZO

Inizio con il botto per l’Atletica Bergamo ’59-Creberg ai Tricolori giovanili
indoor, in svolgimento oggi e domani ad Ancona. MICHELE MARAVIGLIA, come da
pronostico, ha conquistato il titolo italiano allievi di salto in alto. Il
ragazzo di Grassobbio, salito nelle ultime settimane sino a 2 metri e 10,
quarta misura italiana di sempre per a sua categoria a livello indoor, si è
imposto con la misura di 2.02, battendo senza problemi il marchigiano Nemo
(1.99) e il milanese Fassina (1.96). Entrato in gara a 1.89, l’allievo di
Orlando Motta e Pierangelo Maroni ha superato alla prima prova anche i
successivi ostacoli: 1.96, 1.99 e 2.02. Già a 1.99, peraltro, aveva la gara in
tasca, perché Nemo aveva commesso 3 errori sulle misure precedenti. A quel
punto ha provato ad aggiungere qualche altro centimetro al fresco primato
personale e ha fatto porre l’asticella a 2.07, ma ha sbagliato tutti e tre gli
assalti. L’obiettivo, comunque, era soprattutto centrare il suo primo titolo
italiano e in questo Michele è stato perfetto.
E’ sfuggito invece l’assalto all’oro da parte di SABRINA MAGGIONI, l’altra
nostra grande speranza di vittoria, che si presentava al via dei 400 allieve
con l’obiettivo di bissare il titolo vinto un anno fa. In mattinata SABRINA
MAGGIONI ha corso la batteria in 59″07 e ha staccato agevolmente il biglietto
per la finale con il terzo tempo. Ma poi nella lotta per le medaglie si è
dovuta arrendere alla barese Lucia Pasquale, che ha fermato il cronometro a un
notevole 55″39, e alla campana di origine lettone Latiseva, argento in 56″38.
Per l’allieva di Saro Naso, bronzo con 58″58, tempo abbastanza lontano dal
personale. Sesto posto invece per MOHAMED ISMAEL TRAORE nella stessa gara tra
gli juniores, che ha visto il finanziere piemontese Michele Tricca siglare il
record italiano con 47″32: 50″83 invece per il nostro portacolori, che in
batteria aveva portato il primato personale a 50″59. E sesto ha chiuso sempre
tra gli juniores DAVIDE DE MARCHI, che sui 60 hs ha esordito con il 7° tempo in
batteria (8″36), migliorandosi nettamente poi in semifinale (8″21, terzo) prima
di peggiorare leggermente (8″30) nella contesa decisiva. Da segnalare anche il
5° posto di PAOLA MANENTI nei 5 km di marcia (15’15″24, primato personale
ritoccato di 7″), nella stessa gara purtroppo squalificata a soli tre giri dal
termine GIADA MAFFEIS che si trovava appena dietro la compagna. Buone difese
poi per ELISA ROSSI (13esima sui 400 allieve con 1’00″92) e JESSICA DE AGOSTINI
(10a nell’asta allieve con 2.80), al pari di PATRIK GONTARSKI, 8° nell’asta
juniores con 4.30, a conferma della sua buona condizione, mentre nella stessa
gara GIORGIO VECCHIERELLI, dopo aver superato i 3.90 alla prima prova, si è
ritirato al terzo tentativo a 4.10 per un forte dolore al tendine d’Achille del
piede di stacco. Un po’ sottotono MARIA CHIARA POZZONI (nona sui 400 juniores
con 59″39) e LUCA MASSIMO (8″80 sui 60 hs allievi).
Infine da ricordare l’ottimo comportamento, nella marcia allievi, di SAMUELE
FORESTI che si è piazzato al 12° posto con il tempo di 26’47”57.


19/02/12 TRICOLORI GIOVANILI INDOOR: LODETTI D’ORO NEI 1000 ALLIEVI, CRIPPA
D’ARGENTO NELL’ALTO JUNIORES, BRONZO ALLA 4X200 JUNIORES

Altre 3 splendide medaglie sono entrate nella sterminata collezione
dell’Atletica Bergamo ’59-Creberg ai campionati italiani giovanili indoor di
Ancona. All’indomani dell’oro vinto da MICHELE MARAVIGLIA nell’alto allievi e
del bronzo conquistato da SABRINA MAGGIONI nei 400, sempre allievi, oggi a
salire sul podio tricolore sono stati GUIDO LODETTI e CHIARA CRIPPA,
rispettivamente primo nei 1000 metri allievi e seconda nel salto in alto
juniores, e i ragazzi della 4×200 juniores, che si sono messi al collo il
bronzo. LODETTI, sedicenne talento allenato da Saro Naso, ha fatto centro alla
prima grande occasione, vincendo sui 5 giri di pista allo sprint davanti
all’altro bergamasco Danilo Gritti (Atl. Valle Brembana): 2’32″75 il tempo di
Guido contro il 2’33″09 del conterraneo, che ovviamente ora stimolerà il nostro
portacolori nelle gare all’aperto. Primato personale invece per Chiara Crippa,
che nell’alto si e’ superata, superando finalmente il muro dell’1.70. Entrata
in gara a 1.55, superati al primo tentativo, ha poi dovuto ricorrere alla
seconda prova per passare 1.60, 1.64 e 1.68. A quel punto ha piazzato un
bellissimo primo salto a 1.72, prima di arrendersi su 1.76. Dietro
all’imprendibile Alessia Trost, una delle stelline dell’atletica giovanile
italiana, vincitrice in 1.87, la ragazza seguita da Orlando Motta e Pierangelo
Maroni ha avuto la meglio per il secondo gradino del podio nei confronti della
toscana Anna Pau, che pure ha superato 1.72: per Chiara, al primo podio
tricolore, la soddisfazione di essere diventata la terza bergamasca di sempre,
dopo Raffaella Lamera (1.90) e Michela Barcella (1.80) nella graduatoria
bergamasca all-time indoor. Sfortunato invece il bronzo centrato in staffetta
da DAVIDE DE MARCHI, MOHAMED ISMAEL TRAORE, RICCARDO TROCCHIA E GIULIO
BIROLINI: battuti nella loro serie dalle imprendibili Fiamme Gialle, con 1’33”
40 sono stati beffati per un centesimo dal Team Maarthon di Trieste, che ha
vinto la serie successiva con 1’33″39. Peccato davvero, ma resta la
soddisfazione del podio che arrotonda il brillante bottino di medaglie della
due giorni marchigiana.
La seconda giornata tricolore ha sorriso poi anche a MARCO SOLDARINI, che nei
60 allievi ha centrato l’obiettivo finale: nono in batteria con 7″24, in
semifinale ha saputo scendere sino a 7″18 (sesto tempo) per poi peggiorare
leggermente nell’atto conclusivo: ha chiuso settimo con 7″23. Bene anche
RICCARDO TROCCHIA negli 800 juniores, sesto in 1’59″74, pur con il rimpianto di
aver corso nella prima serie, non quindi gomito a gomito con i migliori: non a
caso ha vinto la contesa abbastanza agevolmente e questo gli ha lasciato un po’
di amaro in bocca. E bravissimo anche ANDREA ROSSI, che nel triplo juniores ha
acciuffato il settimo posto superando per la prima volta il muro dei 14 metri:
con 14.29 ora l’atleta seguito da Luca Pesenti occupa il quarto posto nella
graduatoria bergamasca assoluta indoor. Per quanto riguarda invece le altre
staffette, il quinto posto lo hanno timbrato le allieve FEDERICA PUTTI, ELISA
ROSSI, BEATRICE BESANA E SABRINA MAGGIONI, con 1’48″10, alle spalle di Sisport,
Camelot, Ssv Brunico e Nuova Atletica Varese. Ma qui la sfortuna ha remato
contro le nostre ragazze, perche’ Beatrice Cisana ha quasi rischiato di cadere
dopo il contatto con un’avversaria, contrattempo che ci e’ costato una medaglia
pressoche’ sicura. Settime invece le juniores VIOLANTE VALENTI, ANASTASIA
VIGANO’, JENNIFER ROTA e MARIA CHIARA POZZONI, mentre il quartetto allievi
(MARCO SOLDARINI, DARIO MAURUTTO, LUCA MASSIMO, GUIDO LODETTI) ha perso il
testimone e non ha portato a termine la prova. Nel salto con l’asta allievi il
migliore dei tre giallorossi in gara è stato MATTEO EMALDI nono con il
personale portato a 3.80, stessa misura superata anche da MARCO VECCHI che si è
piazzato al 12esimo posto, mentre  MAURO BOMBELLI con 3.50 si è piazzato
15esimo. Per il resto 16esimo di ANASTASIA VIGANO’ negli 800 juniores (2’25”
15), 18esima FEDERICA PUTTI nei 60 allieve (8″11), 14esima GIADA FACCHI nel
peso allieve (11.60) e 25esimo DARIO MAURUTTO nei 1000 allievi (2’43″97).
A conferma della validita’ del nostro movimento, spicca in chiusura il primo
posto nella classifica per club maschile, grazie al secondo posto ottenuto sia
con gli Allievi (dietro alla Riccardi) sia con gli Juniores (alle spalle delle
Fiamem Gialle). Sesta piazza invece con le ragazze, ottave con le Allieve e
settime con le Juniores.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI