COMARK USCITA DI SCENA A TESTA ALTA

(Vert e borra Se Jacopo Borra è ora un vero centro lo deve al suo coach che lo ha sempre incitato e consigliato)

Gara due per prolungare il sogno finale

Con le classiche “spalle al muro” determinate dalla ferrea regola dei playoff la Comark riesce in gara due giocatasi giovedì 10 maggio a impattare la serie con la Bls Chieti. Diciamo subito che gli ospiti si presentano con un improvviso forfait di Lele Rossi che non ha nemmeno affrontato il viaggio che gli avrebbe consentito di salutare il pubblico trevigliese. Senza un vero centro il team allenato da Domenico Sorgentone si affida all’esperienza dei ‘senior’ Raschi e Rajola ed alla verve di Gialloreto e Porfido. Treviglio invece è contratta non gioca razionalmente ed è trascinata dalla trazione anteriore rappresentata da Vitale, Marino e Cazzolato. L’abuso del tiro da tre (6/17 a metà tempo) e le troppe palle perse (11) generano nei primi due quarti la sensazione a Chieti di poter chiudere i giochi della serie.

(Andrea Vitale prezioso il suo apporto di energia e canestri nel finale di stagione)

(Tommaso Marino uno dei protagonisti dei playoff).

(Il giovane Tommaso Carnovali ha acceso Treviglio in gara due)

Mai fare però i conti senza l’oste che in casa Comark assume le sembianze del giovane Tommaso Carnovali, una vera “sentenza” da tre punti. E’ lui che scuote Treviglio in stato confusionale con un Borra finora mai entrato in partita (per altro poco cercato dai compagni …) che però, prima della pausa lunga, piazza una schiacciata liberatoria. E come da copione delle ultime apparizioni in campo di Zanella e compagni il terzo periodo è quello decisivo per il match. Subito Marino e Vitale con due triple in rapida successione annullano il vantaggio di Chieti: 37-38. Gialloreto e Iannone sostengono i propri colori ma la Comark, come annotiamo sul nostro taccuino, finalmente c’è. Marino trascina i suoi, Cazzolato realizza, Borra è una presenza sotto le plance ed ancora Carnovali infiamma il PalaFacchetti con una tripla. Morale al 30’ siamo 57 pari. Il giovane tiratore scelto si accoda all’espero Vitale nel regalare a poco più di 6’ dalla fine il vantaggio per la Comark (65-63). Qui Treviglio finalmente anche in attacco usa i suoi lunghi ed il punteggio del tabellone indica il vantaggio che pare decisivo (71-65 a 3’ dal termine). Ma prima l’ex Raschi con l’unica sua tripla ed il coriaceo Porfido con una rapida serie riportano Chieti in vantaggio a 39” dalla fine: 74-75. Il time out di coach Vertemati produce l’adrenalina giusta per un Tommaso Marino fino a lì un po’ pasticcione. Il play senese prima spezza in due la difesa ospite (76-75) poi recupera palla con uno sfondamento subito (cui diamo il beneficio del dubbio…). Sull’azione seguente il fallo sistematico di Chieti manda Marulli in lunetta: due su due e il biglietto per la bella di Chieti è conquistato.

(L’immagine della Comark 11/12)
La bella in TV va a Chieti

Per la bella che si gioca di lunedì con la diretta del noster Paolo Taddeo su Sport Italia 2. Gli staff medici fanno i miracoli e Chieti rimette in piedi Lele Rossi mentre Treviglio può riproporre Agustin Fabi. I padroni di casa partono forte ma Treviglio reagisce ed approfitta della temporanea uscita di scena del centro romano per mettere il naso avanti nel primo quarto trascinata da un ottimo Andrea Vitale. Nel secondo periodo pur con un Borra in palla Treviglio subisce il rientro di Rossi e l’esperienza di Raschi che sul proprio terreno ringiovanisce con giocate sopraffine. E’ proprio l’ex sanmarinese a riportare la BLS a contatto con la Comark sul 22 pari mentre Rossi, Rajola ed ancora Raschi riescono addirittura a dare il vantaggio ai propri colori alla sirena lunga. Treviglio però c’è, è in partita solo però con i suoi uomini migliori mentre è scarso l’apporto della panchina. Nel terzo periodo pur menomato Lele Rossi è devastante: il suo quarto fallo al 26’ sul 37-33 ridà speranze ai tifosi trevigliesi. La Comark però non riesce a graffiare come sà anche se Fabi la riporta in vantaggio sul 37-38. E’ però l’ultimo sussulto trevigliese purtroppo. Con la tripla di Martelli (40-38) inizia lo show dalla lunga distanza di Chieti che non sbaglia mai e segna la partita. Porfido, Rajola, Porfido ancora e Gialloreto spingono da tre Chieti sul 54-47. La Comark accusa il colpo ed infatti prima Vitale manda facilmente a canestro Rossi con una banale palla persa (56-47) e poi Marino nell’azione successiva passa la palla a … Sorgentone. Siamo al 35’ e il time out obbligato di Vertemati potrebbe scuotere i suoi perché di tempo ce ne è ancora. Raschi e compagni però sono in controllo del match prova ne è un rocambolesco canestro di Gialloreto con fallo subito. Le energie per Treviglio si esauriscono ed alla fine nell’ultimo minuto molto cavallerescamente Capitan Zanella e i suoi riconoscono la sconfitta evitando di pressare inutilmente i padroni di casa che meritatamente si aggiudicano l’accesso alla finale. Treviglio esce a testa alta battuta sportivamente da un team che ha dimostrato negli episodi e nella continuità dei tre match giocati di avere qualche carta in più da giocare. Che si chiami esperienza (Rossi, Raschi, Rajola) o superiorità tecnica individuale (Gialloreto) sta di fatto che il team allenato da Domenico Sorgentone ha dimostrato di poter battere questa Comark che a nostro parere è stata comunque la sorpresa del Campionato. Ora i tre posti in Lega Due se li giocheranno Chieti, Trento, Ferentino e Trieste ed a loro va il nostro in bocca al lupo. Alla Comark di coach Vertemati un grossissimo applauso ed un Grazie per la splendida stagione disputata.
       

Gabriele Colombo foto Danilo Scaccabarossi

TABELLINO GARA DUE

Comark Treviglio 78 (21 31 57)
Bls Chieti  75 (22 38 57)

Treviglio: Marulli 5, Planezio, Carnovali 9, Molinaro ne, Borra 11, Vitale 16, Cazzolato 11, Zanella 4, Tomasini, Marino 22. All. Vertemati

Chieti: De Gregorio ne, Rajola 6, Gialloreto 16, Iannone 11, Martelli 2, Raschi 15, Di Emidio, Porfido 17, Diomede 8. All. Sorgentone

Arbitri: Boscolo e Wassermann

Note: Fallo tecnico a Vertemati al 22’33” (40-40) Treviglio 16/35 da 2, 12/34 da 3, 10/17 t.l.
Chieti 11/34 da 2, 10/24 da 3, 23/30 t.l.
TABELLINO DELLA “BELLA”

BLS Chieti   72  (12 33 45)
Co.Mark Treviglio  58  (17  29 41)
 
BLS Chieti: Rajola 7, Diomede 9, Raschi 12, Porfido 9, Rossi 19; De Gregorio ne, Gialloreto 8, Iannone 5, Martelli 3, Di Emidio ne. All. Sorgentone.
 
Co.Mark Treviglio: Marino 11, Cazzolato, Planezio 5, Vitale 13, Borra 18; Marulli, Carnovali, Molinaro, Zanella 2, Fabi 9. All. Vertemati.

Note: tiri da due Chieti 16/33 Treviglio 13/29, tiri da tre Chieti 8/22 Treviglio 8/25 tiri liberi Chieti 16/19 Treviglio 8/16 rimbalzi Chieti 33 Treviglio 37 palle recuperate/perse Chieti 18/13 Treviglio 11/19; spettatori milleduecento circa.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI