COPPA EUROPA SCI. I RISULTATI

Sci alpino – GARE DI COPPA EUROPA MASCHILE / SL – GS /
MONTE PORA (Castione della Presolana – BG) / 2-3 FEBBRAIO 2013
RISULTATI SLALOM GIGANTE
ANNULLATO LO SLALOM SPECIALE
Coppa Europa al Monte Pora: sul podio del Gigante c’è la Francia con Victor Muffat Jeandet. Delusione per l’annullamento dello Slalom Speciale.
Nel Gigante di Coppa Europa al Pora è la Francia a conquistare non solo il gradino più alto del podio con Victor Muffat Jeandet ma anche il secondo posto con Francois Place. Segue, in terza posizione l’Austria con Marcel Mathis.
Delusione per l’annullamento dello Slalom Speciale a causa della mancanza dei tempi tecnici.
Le condizioni meteo non hanno facilitato questa due giorni di Coppa Europa maschile di sci alpino. Si è conclusa oggi la seconda giornata di gare della tappa Monte Pora di Coppa Europa, evento sportivo di rilievo internazionale dedicato a Fausto Radici e organizzato dallo Sci Club Radici Group, in collaborazione con la società impianti Monte Pora.
Disputata la seconda manche del Gigante interrotto ieri a causa delle pessime condizioni meteorologiche. A conquistare il podio con un tempo di 2’04.14 è stato il francese Victor Muffat Jeandet. Con 2’04.53 è un altro francese, Francois Place ad aggiudicarsi il secondo posto, seguito dall’austriaco Marcel Mathis che realizza un tempo di 2’04.54. Seguono: lo svizzero Manuel Pleisch, quarto con 2’04.96 e il tedesco Stefan Luitz, quinto con un tempo di  2’05.04. Al sesto posto l’azzurro Florian Eisath con 2’05.06.
Ci sono altri italiani tra i primi venti della classifica: Roberto Nani, nono con un tempo di 2’05.21. Tredicesima posizione per Andrea Ballerin con 2’05.39 mentre Davide Simoncelli si piazza diciassettesimo con 2’05.55. Si è interrotta purtroppo durante la prima manche di ieri la performance del grande Max Blardone. Michele Gualazzi, unico atleta bergamasco in questa Coppa Europa, pur portando a termine la gara di ieri, manca la qualifica per la seconda manche. Il miglior atleta Junior in questo Gigante, premiato con il trofeo Juniores  RIBES- RE Valuta, è stato il tedesco Luitz Stefan, con un tempo di 2’05.04.
Delusione per lo Speciale, annullato a causa della mancanza dei necessari tempi tecnici. L’inizio in tarda mattinata della seconda manche del Gigante (intorno alle 12.15) ha infatti reso impossibile disputare le gare dell’atteso Slalom Speciale. «Le condizioni meteorologiche non sono state dalla nostra in questi due giorni,» – ha affermato Ernesto Borsatti, Direttore Tecnico e Vice Presidente dello Sci Club Radici Group – «tutta la macchina organizzativa ha fatto sforzi enormi a cominciare dalla giornata di ieri, ma non c’è stato niente da fare per lo Speciale. Ieri vento e nebbia e stamattina, nonostante la bellissima giornata, ancora vento forte che non ha dato tregua. Siamo riusciti a portare a casa il Gigante iniziato ieri, ma sono mancati i tempi tecnici per disputare lo Slalom Speciale. Lo sci è anche questo, dobbiamo sempre tener conto di un’incognita, quella meteo, impossibile da controllare. Succede anche durante eventi importanti come i mondiali. Nonostante le difficoltà, la preparazione della pista, sia ieri che oggi, ha permesso agli atleti di esprimersi al massimo. Il nostro bilancio è quindi comunque positivo.»
Preparati a imprevisti come questo anche gli atleti, per molti dei quali Coppa Europa rappresenta un test, un allenamento in vista dei mondiali. «Lo sci è anche questo» – ha affermato l’azzurro Davide Simoncelli – «è uno sport fatto di incognite non solo tecniche, ma anche legate alle condizioni meteo. Coppa Europa è un’importante occasione per mettersi alla prova. In Austria dovrò fare i conti con avversari davvero forti, batterli sarà dura ma parto con un’ottima iniezione di fiducia. Arrivo a quello che è per me il sesto mondiale con una bella stagione alle spalle, ho fatto un inverno buono, mettendo un mattone di fiducia sull’altro. E questo mi carica, mi dà la forza di affrontare al meglio la sfida.»
Un ringraziamento speciale è stato espresso dal Presidente dello Sci Club organizzatore, Olga Zambaiti Radici: «gli sforzi spesi per organizzare eventi come questo sono davvero tanti e non si può che provare un po’ di amarezza quando il tempo non è dalla tua. In questi giorni c’è stata la massima collaborazione, da parte di tutti. Si è lottato sino alla fine per poter portare a casa il Gigante e ce l’abbiamo fatta. Come sempre accade in questo sport, serve determinazione, qualità che si è saputa spendere anche in questa occasione. Per questo voglio ringraziare tutti coloro che hanno dato il proprio contributo all’evento. Dal nostro Direttore Agonistico Ernesto Borsatti e tutto lo staff tecnico alla società impianti Monte Pora, agli sci club bergamaschi che ci hanno supportati. Grazie anche a tutti i volontari, ai nostri sponsor, da Immobiliare Percassi a Ribes REVALUTA, IVS Italia, Bracco per citare i principali. Non da ultimo ringrazio Markus Waldner, Responsabile di Coppa Europa maschile e il Delegato FIS Herbert Klammer. Hanno sfidato pioggia, neve, vento per permetterci di portare a casa questo Gigante. Grazie davvero, a tutti. Ma adesso ci aspettano le prossime sfide. Perché no, anche un mondiale a cui pensiamo da tempo.»
PREMIAZIONI SPECIALI…
Oltre alle premiazioni dei primi sei classificati (Trofeo Immobiliare Percassi e IVS Italia) e del primo classificato Junior (Trofeo Juniores  RIBES- RE  Valuta) di questo Gigante, ci sono stati due riconoscimenti speciali: il primo ha visto premiare dal Presidente di Promo Serio, Guido Fratta, il miglior atleta, tra quelli ancora presenti, proveniente dalla nazione più lontana dal nostro territorio. Il premio è andato al tedesco Luitz Stefan. Il secondo premio invece, consegnato dalla Responsabile Iniziative Sociali di Bracco SpA, Raffaella Lorenzut, ha riconosciuto il più giovane degli atleti in gara ancora presenti, il norvegese Henrik Kristoffersen classe 1994.
Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI