DALLA PISCINA ALLA PASSERELLA IN PUNTA DI PIEDI. MARTA MAGNI INCORONA DANIELA BERTULETTI

Dalle battaglie senza sconti in piscina alle piste da ballo, d’accordo, il passo non è brevissimo. La bellezza, però, non conosce confini o discriminazioni di sorta. E dopo una sportiva d.o.c. può capitare che lo scettro finisca in mano a una ragazza che ama la danza, senza coltivare velleità agonistiche. E’ così che l’ambito titolo di Miss Bagaglino, messo in palio da Gian Carlo Bassani per il secondo anno di fila nel suggestivo scenario del borgo storico di Martinengo, è passato dalla pallanotista Marta Magni a Daniela Bertuletti(nella foto).

Una slanciatissima diciannovenne di Bonate Sotto – capelli e occhi scuri, come da migliore tradizione italiana -, che candidamente ammette di non essere neppure contagiata dalla malattia del tifo: “Non sono un’atleta come Marta, lo sport non è esattamente il mio mondo – è stato il suo commento ancora fresca di vittoria -. Ho studiato economia all’ISISS Betty Ambiveri di Presezzo e la danza è la mia passione: da piccola ho seguito corsi di latino-americano e mi piacerebbe riprendere”. Per ora la bellissima Dany, seguita in platea da padre e fidanzato, si limita ad incassare il consenso quasi unanime della giuria e il premio riservato alla reginetta, una crociera nel Mediterraneo messa in palio da uno degli sponsor della manifestazione. Alla “bomber” del G.N. Osio, giunto quinto da neopromosso nel gruppo nord della serie A2 femminile di waterpolo, l’onore di incoronare la nuova miss nel ruolo di madrina. E all’acclamatissima Marta, che alla kermesse di quest’anno – la classe non è acqua – è arrivata in limousine in compagnia della Ragazza Bagaglino uscente Giulia Costa, sul palco di via Tadino qualche lacrimuccia è scappata. Ma i quasi tremila spettatori, nello splendido sabato in notturna organizzato da “Martinengo Style Eventi”, hanno avuto in dote la sua degna erede.

(nella foto l’Organizzatore Bassani con Stefania Gatti eletta “Ragazza Bagaglino)

Alla presenza di ospiti d’onore come il calciatore del Parma Alberto Paloschi e del più grande ciclista bergamasco dopo Felice Gimondi, il “Falco” Paolo Savoldelli, Gian Bassani ha voluto imprimere alla sua creatura l’impronta indelebile della solidarietà, donando i 2200 euro raccolti con il calendario delle miss 2010 e la lotteria correlata al concorso al primario di pediatria degli Ospedali Riuniti di Bergamo, il professor Valentino Conter.

 

(La vincitrice della scorsa edizione Marta Magni, madrina 2010)

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI