I BERGAMASCHI EROS GRAZIOLI e AGENZIA SPIAGAMES HANNO ANIMATO SELVINO CON LO SkiUP

spia-fondo-1

Selvino, Bergamo 4 Gennaio 2017

HIGHLANDER SKIUP

Ne resterà soltanto uno!

L’attesa è finita, questa sera la pista del Monte Purito ha accolto i partecipanti di

Highlander SkiUP che hanno accettato la sfida delle micidiali run, risalendo i 190 m e 60 m

D+ della pista che, grazie alle temperature più rigide e alla precisa collaborazione degli

sponsor, è stata adeguatamente innevata e illuminata.

La partecipazione del pubblico è stata calorosa, ma soprattutto curiosa, vista l’occasione di

poter assistere e tifare gli atleti scialpinisti, solitamente attivi in scenari più difficoltosamente

raggiungibili. Selvino è stato, quindi, l’anfiteatro naturale più suggestivo e indicato ad

accogliere lo spettacolo entusiasmante di Highlander SkiUP.

Gli atleti si sono presentati all’appuntamento alla base del Monte Purito, dove dalle ore

16:00 alle 18:00 il Race Office ha raccolto le ultime iscrizioni. Dopo l’apertura ufficiale

dell’evento e il briefing di gara, poco prima delle 19:00 è scattata la partenza delle run di

qualifica.

Tre le run per determinare i due tempi migliori e a seguire, run ad eliminazione diretta per

incoronare i due primi Highlander. Le run sono state agguerrite, raggelate da un freddo

pungente, ma riscaldate dal pubblico che si è raccolto entusiasta lungo la pista del Monte

Purito per sostenere gli atleti.

Tra le fila della categoria maschile, atleti del calibro di Michele Boscacci, Pietro Lanfranchi,

William Boffelli – del team Nazionale di scialpinismo – così come Marzio Deho – riferimento

per la mountain bike oltre che campione di scialpinismo o Daniel Antonioli. Tra tutti, si è

imposto l’azzurro Michele Boscacci con un tempo di 00’:55” nell’ultima incredibile run

finale. Michele ha sottolineato: “Un format nervoso, che non è uno dei miei preferiti, ma di

cui ho apprezzato la formula allenante e spettacolare per una gara davvero innovativa”.

Boscacci, che oggi festeggia il suo compleanno, è stato seguito da Nicolò Canclini (01’:06”)

e da Daniel Antonioli (01’:06”).

La battaglia femminile è stata spuntata dalla bresciana Bianca Balzarini , con un tempo di

01’:21”, dimostrando una grande tenacia. L’atleta neolaureata ha commentato: “Mi ha

convinto questa formula, nuova, dura e spettacolare per il pubblico!”. Bianca ha avuto la

meglio su Corinna Ghirardi (01’:29”) e Paola Pezzoli (01’:49”).

I premi BEST LAP sono stati assegnati a Elisa Boffelli con un tempo di 01’:32”e a Roberto

Gianola con un tempo di 00’:58”, ma non sono mancati altri numerosi premi ad estrazione

per molti dei partecipanti.

Eros Grazioli , ideatore dell’evento e Spiagames Outdoor Agency si sono dichiarati

soddisfatti della manifestazione, quanto riconoscenti verso tutti gli sponsor, essenziali per

la buona riuscita di Highlander SkiUp. In futuro, ci si aspetta che il format di Highlander

SkiUP possa ripetersi in nuove località invernali in modo da dare spazio a questo sport

allenante quanto spettacolare che è lo scialpinismo.

spia-fondo-2

spia-fondo-3

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI