IL PANATHLON CONSEGNA I PREMI FAIR PLAY 2015

panathlon

PANATHLON INTERNATIONAL

Ludis iungit

CLUB DI BERGAMO

Bergamo, 10 dicembre 2015

Valter Bonacina, Annalisa Fioretti e Olivo Filippi: nel rendez-vous che si è tenuto inuna gremitissima sala Riccardi del Teatro Donzetti, il Panathlon Club di Bergamo ha assegnato i premi Fair Play 2015.Carriera, gesto e formazione sotto gli occhi ammirati dei tanti ragazzi dell’IstitutoComprensivo Mazzi di Bergamo e dell’Istituto Comprensivo di Vertova, ovvero i destinatari della Borsa di Studio “Agnelli”, raddoppiata per l’occasione. Senza dimenticare neppure il contributo destinato dal Comm. Luigi Mariani, vicepresidente del Panathlon – a cui è stato attribuito un premio speciale – all’associazione “Io Nodo infinito”, impegnata in un progetto umanitario in Nepal. Nelle vesti di gran cerimoniere il presidente del Panathlon Attilio Belloli, affiancato al tavolo dall’Assessore allo Sport del Comune di Bergamo Loredana Poli, dal Delegato provinciale del Coni Giuseppe Pezzoli, dal presidente onorario del Panathlon Mario Mangiarotti e dal presidente della Commissione “Fair Play” Baldassare Agnelli. Quanto alle figure insignite dei prestigiosi riconoscimenti, la carriera di Valter Bonacina – attuale allenatore della Primavera dell’Atalanta, in passato tignoso

centrocampista in primis dei nerazzurri e della Roma dopo essere cresciuto nella Virescit – è stata senza dubbio contraddistinta da grinta e umiltà: “Un’emozionericevere questo premio. Non sono stato un campione però sono arrivato in serie A grazie ai sacrifici e ai valori dello sport: credo sia il miglior auspicio per i giovani perché io sono la dimostrazione che, pur non avendo qualità di prim’ordine, con la volontà, la dedizione, la voglia di arrivare e la passione si possono raggiungere certi risultati”.

Annalisa Fioretti, invece, dottoressa specializzata nella cura delle malattie dell’apparato respiratorio e alpinista per passione, si è resa protagonista di uno straordinario gesto nel corso della Kangchenjunga Italian Expedition, prodigandosi per salvare vite mettendo allo stesso tempo a repentaglio la sua. Lei è una che alle parole preferisce i fatti e così, visibilmente orgogliosa, si limita a mettere al centro

dell’attenzione il “suo”Nepal: “Potrei raccontare tantissimo circa quel paese e le mie esperienze. Vi esorto solamente a non dimenticare tale realtà, come invece purtroppo pare abbiano già fatto i media: un aiuto spesso fa la differenza”. Olivo Filippi, dal canto suo, eccellenza nel campo della formazione, professore premiato per il progetto “Insieme con TraSPORTo” rivolge un monito agli insegnanti: “I valori del fair play, della buona educazione e della solidarietà sono fondamentali. Chi meglio degli insegnanti può farsi carico di trasmetterli in palestra, in classe, durante le attività quotidiane ma anche nel corso dei progetti specifici? Credo sia basilare per la crescita dei nostri ragazzi”

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI