MIGIDIO BOURIFA. ITALIANO MAROCCHINO E BERGAMASCO. MA SOPRATTUTTO GRANDE MARATONETA

MIGIDIO BOURIFA domenica scorsa con il 7° posto a Barcellona (2° italiano all’arrivo dopo Ruggero Pertile), ha dimostrato a 41 anni di essere ancora tra i migliori maratoneti europei.

Un risultato non casuale, bensì frutto di tanta esperienza maturata nelle gare di ogni livello in giro per il mondo, ma anche di allenamenti e serietà: “Mi sono messo questo obiettivo tanti mesi fa, volevo la maglia azzurra e me la sono conquistata. Ci tenevo a far bene e mi sono preparato in maniera seria e da vero professionista. – ci dice un sorridente Migidio – Forse quella di Barcellona è la mia ultima convocazione in azzurro, non so se avrò altre occasioni anche se sono certamente a disposizione, ma ora mi godo questo mio piccolo successo”.

 

 

 

 

 

Un risultato non casuale, bensì frutto di tanta esperienza maturata nelle gare di ogni livello in giro per il mondo, ma anche di allenamenti e serietà: “Mi sono messo questo obiettivo tanti mesi fa, volevo la maglia azzurra e me la sono conquistata. Ci tenevo a far bene e mi sono preparato in maniera seria e da vero professionista. – ci dice un sorridente Migidio – Forse quella di Barcellona è la mia ultima convocazione in azzurro, non so se avrò altre occasioni anche se sono certamente a disposizione, ma ora mi godo questo mio piccolo successo”. Un periodo felice questo della vita di Bourifa che nel dicembre scorso si è anche sposato con Silvia che lo segue sempre ed è la sua prima tifosa: “Farò sicuramente ancora maratone, vedrò come recupero e ne sceglierò una autunnale. Ora mi riposo qualche giorno,  ho ancora mal di gambe perché è stata una gara difficile tatticamente ed impegnativa fisicamente. Tanti strappi e cambi di ritmo, ho retto fin che ho potuto, poi l’esperienza mi ha detto di non strafare e mi sono sfilato un po’ senza seguire chi davanti faceva il ritmo. Ho avuto anche qualche chilometro di crisi, ma poi ho visto che stavo bene e che tenevo il ritmo”. A 41 anni oltre alle prossime maratone è tempo di pensare anche al futuro: “Correrò sempre, la voglia c’è ed è ancora tanta. Fisicamente non ho problemi, sono bello integro e questo è fondamentale. Alla mia età stare fermi anche solo qualche mese è deleterio. Nel mio futuro c’è comunque anche una attiva collaborazione con la New Balance che è già mio sponsor. Stiamo vedendo diversi progetti, sono fiducioso”.

LE ORIGINI

Parla perfettamente italiano: il padre Tahar, di origini marocchine, per anni operaio specializzato in un’azienda tessile di Bergamo, lo ha portato a nascere in Marocco per fornirlo del doppio passaporto. Il suo primo sport è stato il karate e poi si è dedicato alla corsa in montagna con l’Olimpia Clusone, sotto la guida di Vittore Lazzaroni. In seguito è confluito nel gruppo di Gennaro Di Napoli e Claudio Valisa, alla Snam.

IL DEBUTTO

Artigiano in una ditta di programmazione macchine utensili, ha deciso inizialmente di conciliare lavoro e corsa. Dopo aver gareggiato per diversi anni in pista sulle distanze del mezzofondo, il 10 maggio 1998 ha debuttato nella maratona giungendo settimo a Torino in 2h15’35. E’ stato proprio da questo risultato che Migidio Bourifa ha deciso di fare della corsa la sua unica
professione. Alla sua ditta ha chiesto un anno di aspettativa fin poi abbandonare definitivamente e dedicarsi esclusivamente alla corsa.

QUASI 30 -Da allora ha corso altre 27 maratone tra le quali anche Mondiali ed Europei, ha vestito ben 9 volte la maglia Azzurra sulla distanza della maratona e mezza maratona, e da alcune stagioni è considerato uno dei migliori specialisti italiani sulla distanza. Nel 2000 ha vinto la maratona di Padova. Nella primavera del 2002 a Parigi giunge 3° fissando il suo record personale sulla distanza a 2h10’30”. Ha poi partecipato agli Europei di Monaco, classificandosi decimo e contribuendo al terzo posto dell’Italia nella Coppa Europa.

IL RIENTRO -Rimasto lontano dalla maratona per 13 mesi in seguito ad un incidente stradale che gli è anche costato la rinuncia ai Giochi Olimpici di Pechino, è rientrato l’8 Maggio del 2005 vincendo a Trieste in 2h10’48, vittoria che ha dedicato al padre Tahar scomparso il 14 febbraio.
E’ suo il miglior tempo sulla maratona nel 2007 con 2h10’30 a Roma che lo incorona Campione Italiano, così come nel 2008 con 2h12’52 a Parigi.
Il secondo titolo italiano in maratona lo ha vinto a Treviso nella primavera del 2009. A fine stagione ha poi debuttato alla New York City Marathon, classificandosi tredicesimo, primo italiano e primo europeo. Nell’aprile 2010 ha corso a Roma fermando il cronometro a 2h12’35.


PERSONAL BEST
5000m 13’51”79
10.000m 29’27”20
20km 59’37”
Half Marathon 1h02’35”
Marathon 2h09’07”

LE MARATONE CORSE

 

– 10 maggio 1998 Torino 2h15’35 (7°)

– 30 maggio 1999 Vienna 2h19’55 (8°)

– 24 ottobre 1999 Venezia 2h11’37 (5°)

– 30 aprile 2000 Padova 2h13’55 (1°)

– 22 ottobre 2000 Parigi 2h10’15 (4°)

– 29 aprile 2001 Padova 2h12’56 (2°)

– 28 ottobre 2000 Venezia 2h11’04 (6°)

– 7 aprile 2002 Parigi 2h09’07 (3°) PERSONAL BEST

– 11 agosto 2002 Monaco di Baviera 2h14’58 (10°) MONDIALI

– 1 dicembre 2002 Milano 2h11’36 (6°)

– 6 aprile 2003 Parigi ritirato (-)

– 27 aprile 2003 Padova 2h10’48 (2°)

– 30 agosto 2003 Parigi 2h21’12 (53°) MONDIALI

– 28 marzo 2004 Roma 2h11’13 (2°)

– 18 aprile 2004 Torino 2h13’38 (4°)

– 8 maggio 2005 Trieste 2h10’48 (1°)

– 13 agosto 2005 Helsinki ritirato (-)

– 7 maggio 2006 Trieste 2h18’56 (3°)

– 24 settembre 2006 Saronno 2h22’11 (1°)

– 22 ottobre 2006 Venezia 2h11’09 (4°)

– 18 marzo 2007 Roma 2h10’30 (4°) CAMPIONE ITALIANO

– 24 agosto 2007 Osaka ritirato (-) MONDIALI

– 23 settembre 2007 Saronno 2h21’29 (1°)

– 6 aprile 2008 Parigi 2h12’52 (19°)

– 19 agosto 2008 Bergamo 2h21’12 (1°)

– 30 novembre 2008 Firenze 2h13’43 (4°)

– 29 marzo 2009 Treviso 2h14’14 (1°) CAMPIONE ITALIANO

– 2 novembre 2009 New York 2h16’01 (13°) 1° ATLETA ITALIANO E EUROPEO

– 20 marzo 2010 Roma 2h12’35 (5°)

 

 

 

– 10 maggio 1998 Torino 2h15’35 (7°)

– 30 maggio 1999 Vienna 2h19’55 (8°)

– 24 ottobre 1999 Venezia 2h11’37 (5°)

– 30 aprile 2000 Padova 2h13’55 (1°)

– 22 ottobre 2000 Parigi 2h10’15 (4°)

– 29 aprile 2001 Padova 2h12’56 (2°)

– 28 ottobre 2000 Venezia 2h11’04 (6°)

– 7 aprile 2002 Parigi 2h09’07 (3°) PERSONAL BEST

– 11 agosto 2002 Monaco di Baviera 2h14’58 (10°) MONDIALI

– 1 dicembre 2002 Milano 2h11’36 (6°)

– 6 aprile 2003 Parigi ritirato (-)

– 27 aprile 2003 Padova 2h10’48 (2°)

– 30 agosto 2003 Parigi 2h21’12 (53°) MONDIALI

– 28 marzo 2004 Roma 2h11’13 (2°)

– 18 aprile 2004 Torino 2h13’38 (4°)

– 8 maggio 2005 Trieste 2h10’48 (1°)

– 13 agosto 2005 Helsinki ritirato (-)

– 7 maggio 2006 Trieste 2h18’56 (3°)

– 24 settembre 2006 Saronno 2h22’11 (1°)

– 22 ottobre 2006 Venezia 2h11’09 (4°)

– 18 marzo 2007 Roma 2h10’30 (4°) CAMPIONE ITALIANO

– 24 agosto 2007 Osaka ritirato (-) MONDIALI

– 23 settembre 2007 Saronno 2h21’29 (1°)

– 6 aprile 2008 Parigi 2h12’52 (19°)

– 19 agosto 2008 Bergamo 2h21’12 (1°)

– 30 novembre 2008 Firenze 2h13’43 (4°)

– 29 marzo 2009 Treviso 2h14’14 (1°) CAMPIONE ITALIANO

– 2 novembre 2009 New York 2h16’01 (13°) 1° ATLETA ITALIANO E EUROPEO

– 20 marzo 2010 Roma 2h12’35 (5°)

 

 

– 10 maggio 1998 Torino 2h15’35 (7°)

– 30 maggio 1999 Vienna 2h19’55 (8°)

– 24 ottobre 1999 Venezia 2h11’37 (5°)

– 30 aprile 2000 Padova 2h13’55 (1°)

– 22 ottobre 2000 Parigi 2h10’15 (4°)

– 29 aprile 2001 Padova 2h12’56 (2°)

– 28 ottobre 2000 Venezia 2h11’04 (6°)

– 7 aprile 2002 Parigi 2h09’07 (3°) PERSONAL BEST

– 11 agosto 2002 Monaco di Baviera 2h14’58 (10°) MONDIALI

– 1 dicembre 2002 Milano 2h11’36 (6°)

– 6 aprile 2003 Parigi ritirato (-)

– 27 aprile 2003 Padova 2h10’48 (2°)

– 30 agosto 2003 Parigi 2h21’12 (53°) MONDIALI

– 28 marzo 2004 Roma 2h11’13 (2°)

– 18 aprile 2004 Torino 2h13’38 (4°)

– 8 maggio 2005 Trieste 2h10’48 (1°)

– 13 agosto 2005 Helsinki ritirato (-)

– 7 maggio 2006 Trieste 2h18’56 (3°)

– 24 settembre 2006 Saronno 2h22’11 (1°)

– 22 ottobre 2006 Venezia 2h11’09 (4°)

– 18 marzo 2007 Roma 2h10’30 (4°) CAMPIONE ITALIANO

– 24 agosto 2007 Osaka ritirato (-) MONDIALI

– 23 settembre 2007 Saronno 2h21’29 (1°)

– 6 aprile 2008 Parigi 2h12’52 (19°)

– 19 agosto 2008 Bergamo 2h21’12 (1°)

– 30 novembre 2008 Firenze 2h13’43 (4°)

– 29 marzo 2009 Treviso 2h14’14 (1°) CAMPIONE ITALIANO

– 2 novembre 2009 New York 2h16’01 (13°) 1° ATLETA ITALIANO E EUROPEO

– 20 marzo 2010 Roma 2h12’35 (5°)

 

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI