NEL GIORNO DELLA BEFANA UNA VECCHIA COMARK RIESCE COMUNQUE A VINCERE

Matteo Da Ros 18 punti (ma solo 29% al tiro) è risultato comunque il migliore dei suoi (19 di valutazione) nella roccambolesca vittoria casalinga contro Osimo

Dopo la lunga pausa per le festività natalizie e di fine anno la formazione di Simone Morandi torna sul parquet del PalaFacchetti mostrando però i “vizi” e le negatività evidenziate nello “scorso” anno. Una difesa che non morde consente a due soli giocatori avversari, Barsanti e Vitale, di realizzare ben 55 punti e solo nel finale riesce a produrre con Demartini la palla rubata che lancia Minessi per il canestro vincente in contropiede.

Inizia comunque con una vittoria il mese di gennaio che porterà a Treviglio Bologna e Forlì prima e seconda in classifica: domenica intanto si va a Fidenza e sarebbe comunque importante disputare un incontro positivo anche se a breve distanza da una gara sostanzialmente brutta.

Per 37’ si è vista in campo una formazione, quella trevigliese, a tratti impacciata e incapace di produrre trame offensive accettabili mentre della retroguardia abbiamo già detto. Le uniche note positive sono venute dal tiro da 3 con Reati (5/7 in totale) Demartini (3/4) Da Ros (3/6) e Minessi (1/2) e sul fronte dei rimbalzi dove Zanella e Reati con 7 a testa guidano il gruppo che ha prodotto un totale di 42 carambole catturate. Per il resto c’è poco di positivo e molto da rivedere nel basket espresso dai trevigliesi tenuto conto che di fronte avevano una squadra priva del play titolare Rossi e che si basava sul gioco totale degli imprendibili Vitale e Barsanti.

A 3’ e 30” dal termine il tabellone indica la perfetta parità a quota 70 e per la Comark c’è un mini supplementare da giocare. Qui dopo un disastroso 0/6 al tiro Moruzzi indovina una tripla importante ma Vitale è tarantolato e risponde anche egli dai 6.25 segnando il suo 30esimo punto personale. E’ la volta di Da Ros, uno dei meno negativi in casa bianco blu, a realizzare il 2/2 dalla lunetta ma sul ribaltamento di fronte è David a beffare tutti sotto canestro e realizzare il 75 pari. Demartini nello “smarrimento” di squadra trova una bella penetrazione che non si conclude però con il logico e conseguente canestro: sul ribaltamento di fronte Barsanti realizza il suo 25esimo punto personale beffando un Reati più impegnato a brontolare con l’arbitro che a difendere sull’esplosivo esterno della Edilcost.

Il time out obbligato di Morandi produce uno scossone per la CoMark che sbaglia con Da Ros ma trova un fallo su Moruzzi che fa 2/2 ai liberi e impatta a 15”. Coach Ercolessi di Osimo si affida a David per sviare la difesa trevigliese concentrata su Barsanti e Vitale ma Demartini a centrocampo fa buona guardia e scippa letteralmente la palla dalle mani della giovane ala di Osimo. Immediatamente viene lanciato Minessi in contropiede che realizza il canestro della vittoria sul boato liberatorio del PalaFacchetti.

La tripla disperata di Fois si spegne tra le mani di Moruzzi e tra gli abbracci dei suoi compagni primo fra tutti quello di Demartini a coach Morandi.

CoMark Treviglio 79 (19 41 61)

Edilcost Osimo 77 (20 35 54)

CoMark: Minessi 13, Planezio, Degli Agosti 4, Reati 15, Milani, Moruzzi 5, Demartini 13, Zanella 6, De Min 5, Da Ros 18. Tiri da 2 10/40 Tiri da 3 13/27 Tiri liberi 20/28 Rimbalzi 42

Osimo: Naso 6, Cardellini, Barsanti 25, Vitale 20, Gennari 5, Soricetti ne, Fois 7, Magliani, Scattolini ne, David 4. Tiri da 2 10/24 Tiri da 3 11/22 Tiri liberi 20/33 Rimbalzi 34

Arbitri: Gaudino Luigi di Nocera Inferiore e Cilento Dario di Napoli

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI