PALLANUOTO A2: L’ERRESTAMPA CAPITOLA. IL DERBY SE LO AGGIUDICA BRESCIA

Un derby è sempre un derby! Quello che si è giocato sabato 9 gennaio alla piscina La Marmora di Brescia tra l’Errestampa Pallanuoto Bergamo e la Pallanuoto Brescia aveva tutte le caratteristiche perché gli appassionati non rimanessero delusi. Al fischio della sirena però ha esultato Brescia, che ha piegato la formazione orobica con il punteggio di 9-6.Le squadre si erano già affrontate due stagioni fa nel campionato di serie B, dominato in lungo e in largo da Bergamo, che, seppur di misura, aveva comunque fatto suoi entrambi gli incontri.

La Pallanuoto Bergamo, in quella stagione, veniva promossa in serie A2 e i cugini bresciani, classificatisi secondi, dovevano aspettare un altro anno per conquistare la massima serie. Quest’anno le squadre si sono trovate di nuovo l’una di fronte all’altra. La serie A2 è più impegnativa, Brescia quindi ha dovuto rinforzarsi e l’ha fatto ingaggiando i due fratelli Foresti, Giovanni e Emanuele, di Alzano Lombardo, provenienti dal vivaio bergamasco e poi trasferitisi in formazioni di serie A1 con le quali hanno raggiunto obiettivi importanti.

Giovanni Foresti con la Brixia, formazione maggiore di Brescia, conquistava uno scudetto e due coppe europee. Emanuele, dopo parecchi campionati in serie A1 ad alto livello, nel 2007 tornava a Bergamo e l’anno scorso contribuiva a portare la squadra orobica fino ai play-off promozione. La presenza, inoltre, tra le file bresciane di Di Pilato, un altro giocatore bergamasco cresciuto nel vivaio orobico, metteva ancora più pepe all’incontro.

Ma ora la cronaca. Al fischio d’inizio gara Giovanni Foresti vince lo scatto al centro, conquistando il primo pallone. Le prime due azioni per parte si concludono con un nulla di fatto con le squadre più attente a studiare l’avversario e disposte entrambe a zona in fase difensiva. E’ però Brescia a rompere gli indugi ed a muovere per prima il tabellino, finalizzando un’azione su schema a uomo in più a seguito dell’espulsione temporanea di un difensore bergamasco.

Il risultato non si sblocca per qualche minuto sino a quando l’Errestampa conquista a sua volta un’espulsione, ma, con gli avversari in inferiorità numerica, non sfrutta l’occasione e colpisce l’incrocio dei pali. Sul capovolgimento di fronte Brescia arriva al tiro ma il portiere bergamasco Canova para. L’Errestampa torna ad attaccare e il direttore di gara vede un altro fallo grave di un difensore bresciano e fischia l’espulsione a favore della formazione orobica, che questa volta realizza il pareggio. Brescia non perde tempo e immediatamente si riporta in vantaggio con Giovanni Foresti che sigla il 2-1 con un tiro dalla distanza che si infila nel sette della porta dell’incolpevole Canova.

Sotto di un gol e a un minuto e 28 secondi al termine del primo tempo, la Errestampa ha l’occasione di pareggiare con Crivelli, ma il pallone si stampa sul palo. Bergamo non desiste e a meno di 50 secondi dalla sirena, torna in possesso della palla, conquista un’altra espulsione e segna con Pellizzoli il gol del pareggio. Il direttore di gara, però, ravvisa la posizione di fuorigioco e annulla la rete. Si va al riposo sul risultato di 2 a 1 per la Pallanuoto Brescia.

Il secondo quarto si apre con un’espulsione a favore dei bresciani. Canova fa il suo dovere e neutralizza la conclusione. Sul rovesciamento di fronte Errestampa costringe un difensore avversario ad un fallo grave, ma ancora una volta non trasforma l’occasione di giocare per 20 secondi con un uomo in più e sbaglia il tiro finale. Le squadre per qualche azione non riescono a smuovere il tabellino dal 2-1, poi Brescia riesce ad arrivare al tiro ma Canova para ancora. Gli avversari dell’Errestampa manovrano e al minuto 5.59 si procurano un rigore. Sui quattro metri si posiziona Giovanni Foresti che tira e segna. Ora Bergamo è a meno due (3-1). L’Errestampa si spinge di nuovo in avanti ma gli avversari, con la zona, si chiudono bene in difesa e triplicano la marcatura su Pellizzoli che non riesce a concludere come vorrebbe. Bergamo costruisce un’altra azione con Rota che viene servito davanti al portiere ma non si avvede dell’assist, forse non del tutto preciso. E così sfuma un’ulteriore opportunità. Ma l’Errestampa è in vena di regali e, infatti, ottenuta l’ennesima espulsione a favore non la realizza, questa volta con Crivelli che, a onor del vero, è anche sfortunato e coglie solo il palo interno. Nonostante tutto la Pallanuoto Bergamo continua a macinare gioco e a costringere gli avversari al fallo grave, così Pellizzoli ottiene ancora una volta espulsione a favore. Gli orobici fanno circolare bene la palla sino a quando riescono a liberare al tiro Pesenti che lascia partire un bel tiro incrociato che s’insacca. L’Errestampa si avvicina finalmente agli avversari e si porta sul 2-3.

La formazione orobica non molla, conquista palla in difesa e un avversario, per impedire la ripartenza del giocatore bergamasco, commette fallo grave. Di nuovo espulsione a favore di Errestampa. Pesenti sbaglia. E siccome non si sfugge alla regola “gol sbagliato gol subito”, sull’immediato rovesciamento di fronte la Pallanuoto Brescia segna la rete cha vale il 4 a 2 grazie ad un potente tiro dalla distanza di Giovanni Foresti a conclusione di un’azione ben manovrata.

La Pallanuoto Brescia inizia il terzo tempo come meglio non potrebbe e uno dei suoi lascia partire un missile che si infila all’incrocio dei pali dove Canova non può arrivare. E’ il gol del 5-2 per Brescia. Sotto di tre goal e con Crivelli forzatamente in panchina perché già gravato di due espulsioni temporanee (con tre scatta l’espulsione definitiva), l’Errestampa non riesce a trovare gli equilibri consueti e, infatti, subisce anche la rete del 6 a 2. Pellizzoli, però, non ci sta e accorcia le distanze portando l’Errestampa sul punteggio di 6 a 3. Lo score immediatamente cambia di nuovo perché Brescia sfrutta un errore difensivo e mette a segno il goal del 7-3.

Gli orobici a questo punto cercano di limitare i danni. Prima realizzano il gol del 7 a 4 e poi sventano due occasioni da rete per Brescia grazie a Canova che recupera sulla linea di porta anche un pallone scagliato con una beffarda traiettoria a palombella. Subito dopo Pellizzoli segna ma ancora una volta il direttore di gara annulla la rete che avrebbe portato l’Errestampa sul 7-5 e a soli due gol di distanza.

Ma Brescia allunga ancora ed è Giovanni Foresti che con un gran tiro segna l’8-4, punteggio che chiude il terzo tempo.

La quarta frazione sembra un film già visto in precedenza. Errestampa conquista la dodicesima espulsione a favore ma non riesce a mettere il pallone alle spalle del portiere avversario. Il quinto gol, allora, non può che essere segnato a uomini pari e ci pensa Sessantini che, a due metri dalla porta bresciana, con una prodezza personale si libera del marcatore, si alza sull’acqua ed esplode un gran tiro che incoccia sulla traversa interna, rimbalza verso il basso dietro la schiena del portiere e oltrepassa la linea di porta. Sotto per 8 a 5 l’Errestampa prova a ridurre ancora le distanze ma non riesce a sfruttare due buone occasioni, cogliendo sulla seconda ancora un clamoroso palo interno.

A 1 minuto e 50 dal termine è la Pallanuoto Brescia a conquistare un’espulsione a proprio favore e a finalizzarla segnando il 9 a 5. Dopo pochi attimi capita la stessa cosa, ma a parti invertite, e Bergamo ha a sua disposizione la tredicesima espulsione a favore. Questa volta Crivelli realizza e porta lo score sul 9-6.

Quando mancano solo 15 secondi alla sirena finale, Bergamo scatta in controfuga verso il portiere bresciano che però si supera parando la conclusione ravvicinata e frustrando il tentativo degli orobici di aumentare il bottino a sette reti. La sirena fischia e si chiude il sipario. Il derby l’ha vinto Brescia.

Un’osservazione conclusiva: una percentuale realizzativa pari ad un terzo delle espulsioni conquistate avrebbe permesso all’Errestampa di uscire dalla vasca avversaria con tre punti.

Una nota statistica: sette dei nove goal segnati dalla Pallanuoto Brescia sono stati realizzati dai giocatori bergamaschi che militano nella formazione bresciana.

L’Errestampa Pallanuoto Bergamo si trova ora al secondo posto della serie A2 e il 16 gennaio incontrerà alla piscina Italcementi, ore 19.30, il Vigevano Nuoto, che occupa la settima posizione a metà classifica ed è squadra tosta.

 

 

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI