SERIE D, GRANDE DERBY DI COPPA ITALIA TRA AURORA SERIATE E COLOGNESE

Si respira aria di grande calcio sugli spalti dello Stadio comunale Giacinto Facchetti di Cologno al Serio. L’atmosfera di derby scalda gli animi dei giocatori protagonisti e dei sostenitori in tribuna. Da una parte la blasonata Colognese, che questa stagione punterà dritta al passaggio di categoria; dall’altro lato la neopromossa Aurora Seriate, pronta a farsi valere anche nella sua nuova avventura in Serie D. Tra il pubblico, poi, ospite illustre: papa’ Alessandro “Spillo” Altobelli venuto a seguire il figlio Mattia, attaccante in forza alla formazione di Cologno.

E grande match è stato: il primo turno di Coppa Italia vede passare la Colognese di Mister Porrini per 3-1, ma il risultato schiacciante non lascia trasparire ciò che veramente si è visto in campo. La formazione gialloverde si è confermata sicuramente come la corazzata che sempre si fa rispettare dagli avversari, ma il ricco bottino di tre gol arriva solo negli ultimi dieci minuti di gara, quando l’Aurora Seriate, passata in vantaggio a fine primo tempo con Giglio, sentiva già il profumo di vittoria.

Cosi non è, però. Il giovane Ceresoli, entrato nella seconda frazione di gara tra le fila della Colognese, rifila una doppietta micidiale ai rossoblù, e mette una grossa ipoteca sul match quando mancano pochi minuti al termine della partita. Poi arriva il terzo gol ad opera di Bosis, e per il Seriate di Mister Bracchi non c’è più nulla da fare.

Con la calma e l’obiettività che lo contraddistingue, proprio l’allenatore della formazione seriana parla cosi alla stampa: “Faccio i complimenti alla nostra avversaria perché ha dimostrato per l’ennesima volta di essere una signora squadra. Il risultato comunque è troppo pesante per il gioco che i miei ragazzi hanno espresso. Detto ciò è normale che per noi questa categoria è nuova e dovremo correre e lavorare per poter competere in questo campionato. Meno fronzoli e più concretezza, solo cosi riusciremo a centrare il nostro obiettivo, che è quello di mantenere la categoria”.

Gianluca Grasso

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI