ATALANTA, NULLA DA FARE CON I CAMPIONI DEL MILAN

Fermare una corazzata come il Milan campione d’Italia in carica non è certo semplice. Guardando la formazione titolare dei rossoneri c’è da stropicciarsi gli occhi: dal centrale di difesa brasiliano Thiago Silva, al talento K. P. Boateng al centrocampo, per finire in bellezza con la coppia Pato-Ibrahimovic in attacco. Come si suol dire, “sulla carta” non c’è partita. E in effetti, per l’Atalanta è arrivata puntuale la sconfitta, per 2-0.

Gli uomini di Colantuono non hanno dato vita ad un match particolarmente esaltante, e di fatto non sono mai entrati in partita. Solo nel secondo tempo i bergamaschi hanno tentato qualche affondo e un paio di tiri in porta da parte di Carmona, che hanno scaldato i guantoni di Abbiati. In effetti ad avvio di ripresa il tabellone segnava ancora il punteggio di 1-0 fissato da Ibrahimovic su un  calcio di rigore, dopo un presunto fallo di Manfredini su Pato (sanzione che, nonostante la moviola, rimane ancora dubbia). Il match, pertanto, poteva essere riaperto dalla formazione orobica, ma non c’è stato modo di valicare la barriera rossonera, con il coriaceo ex Bayern Monaco Van Bommel e due centrali difensivi di alto livello, oltre il già citato Thiago Silva, il francese ex Roma Mexes.

Sul finire di partita comincia poi a subentrare la stanchezza e la squadra di Allegri è brava ad amministrare il risultato, puntando sul possesso palla. Solo una vera occasione da parte dell’Atalanta, con Denis che al 57’ becca in pieno un palo da due passi, ma evidentemente è una giornata no per El Tanque argentino, così come per il resto della compagine nerazzurra. All’81’ ci pensa Boateng a chiudere la partita in maniera definitiva, insaccando uno splendido gol dei suoi, a cui Consigli non può opporsi.

Tuttavia, come rimproverare i ragazzi di Colantuono? Fin qui l’Atalanta, tra mille difficoltà calcistiche e non, ha condotto una prima parte di stagione in maniera lodevole, riuscendo a tenersi ben lontana dalla zona calda della classifica, nonostante i punti di penalizzazione.

La prossima settimana Colantuono e company saranno ospiti a pranzo della Lazio di Edy Reja, per il match della domenica alle 12.30. Sarà una Lazio arrabbiata, dopo il sonoro 4-0 subìto in casa del Siena. Ma anche l’Atalanta non andrà troppo per il sottile.

Biancocelesti contro nerazzurri. Chissà che il tecnico romano Colantuono non voglia fare un dispetto proprio ai suoi conterranei.

TABELLINO

ATALANTA-MILAN 0-2

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Masiello, Ferri, Manfredini, Peluso; Schelotto (35′ st Gabbiadini sv), Cigarini, Carmona (26′ st Bonaventura), Padoin; Marilungo (11′ st Tiribocchi); Denis. A disp.: Frezzolini, Bellini,Minotti, Lucchini, Bonaventura, Gabbiadini. All.: Colantuono

 

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Mexes, Thiago Silva, Zambrotta; Boateng, Van Bommel, Nocerino; Emanuelson; Pato (22′ st Robinho), Ibrahimovic . A disp.: Amelia, Antonini, Nesta, De Sciglio, El Shaarawy, Robinho, Inzaghi. All.: Allegri

Arbitro: Rizzoli

Reti: 22′ rig. Ibrahimovic, 37′ st Boateng

Ammoniti: Boateng, Bonera (M), Carmona, Cigarini, Manfredini, Denis (A)

 

Gianluca Grasso

 

Foto: Gianluca Grasso.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI