ATALANTA SIENA: PARLA MAZZOLENI

SCONTRO TRA TITANI…..ALLA FINE CONTE RESTA IN VANTAGGIO

Credo si possa parlare di due punti persi…….

Dispiace dirlo, dopo la prestazione forse migliore dell’undici nerazzurro da inizio campionato.

Siena messo più volte alle corde che però alla fine resiste e rischia addirittura la beffa con un tiro di Reginaldo che sfiora di qualche millimetro il palo della porta difesa dall’inoperoso Consigli.

Sarebbe stata certamente una beffa immeritata vista la mole di occasioni prodotte dall’Atalanta che più volte ha sfiorato il gol prima con Tiribocchi, poi con Doni, Marilungo e Talamonti.

Questa volta il gol non è arrivato ed il pari condanna la squadra di mister Colantuono a restare sotto, parlo di scontri diretti, a quella dell’ex Antonio Conte, che senza farne mistero, ho sempre difeso ed ammirato.

La classifica resta ottima, il primato invariato, un solo dato mi preoccupa un pochetto…. gli scontri diretti.

Da alcune settimane pare chiaro che la promozione diretta se la giocheranno in tre : Atalanta, che certamente ha la rosa in assoluto più forte del campionato (sono certo che addirittura l’Atalanta 2 arriverebbe nelle prime 6 posizioni….) Siena e Novara che non molla.

Purtroppo ad oggi il Siena è in vantaggio nei due scontri diretti, tra qualche settimana arriva il Novara, che all’andata, ero presente, ci diede una asfaltata per 25 minuti da ricordare negli anni……non si capiva da che parte arrivavano talmente correvano….

A Novara si perse sonoramente, senza storia…. e quindi è necessario vincere per il ripetuto discorso degli scontri diretti.

Arrivare alla fine in svantaggio nei confronti delle due dirette antagoniste sarebbe davvero un peccato oltre che un rischio da non correre, soprattutto considerando che l’Atalanta è nettamente superiore a Siena e Novara.

Disputare i play off sarebbe ,per il mio modestissimo parere, un’ autentica delusione con questa squadra….

Bene però non pensare troppo in là, meglio concentrarsi sulle prossime sfide che non sono facilissime: Reggina, campo tosto, ostico, scorbutico dove però conservo ricordi entusiasmanti visto che ci ho esordito in serie A con Reggina – Livorno 1-1 stagione 2002, poi Sassuolo, la più facile delle partite prossime e poi ancora Novara e Torino, non delle passeggiate…….

Non oso dire che questi prossimi 4 incontri ci permetteranno di capire chi è l’Atalanta, da sempre sostengo che non ci dovrebbe essere partita, con una squadra cosi forte non possiamo pensare di arrestarci di fronte al Sassuolo di Gragucci o al Novara di Bertani e Gonzales, che non sono certo Marilungo,Doni, Tiribocchi,Ferreira Pinto,Pettinari, e via via per nominare tutta la rosa incredibilmente forte messa a disposizione del mister, che continua a non essermi simpatico (sorride poco).

Allora attendiamo fiduciosi….

Un plauso ai tifosi atalantini, con il Siena lo stadio era da Serie A, una tiratina d’orecchie a coloro che prima del big match  hanno inquadrato e riproposto sul maxi schermo l’immagine di Antonio Conte per 3 volte.

Fischi e cori quasi inevitabili ad ogni inquadratura….. cose da evitare.

Mario Mazzoleni

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI