CAMPIONATO EUROPEO DI PALLAVOLO FEMMINILE

A un anno esatto dalla straordinaria avventura dei Mondiali maschili del 2010, l’Italia si prepara a un altro grande appuntamento con la pallavolo internazionale: domani, 23 settembre 2011, prendono il via i Campionati Europei Femminili, organizzati congiuntamente dall’Italia e dalla Serbia sotto l’egida della CEV. Gli impianti nei quali si disputeranno le gare della prima e della seconda fase sono il PalaIper di Monza, dove giocherà anche la nazionale italiana, e il PalaYamamay di Busto Arsizio. L’evento è uno dei più attesi dagli appassionati di volley di tutto il continente: gli Europei Femminili, che tagliano quest’anno il traguardo della ventisettesima edizione, sono da oltre 60 anni una vetrina insostituibile per le più grandi campionesse di questo sport. Per l’Italia la sfida assume un valore particolare, dal momento che la nazionale azzurra ha trionfato nelle ultime due edizioni della manifestazione: nel 2007 in Lussemburgo (edizione organizzata in collaborazione con il Belgio) e nel 2009 in Polonia. In precedenza l’Italia era salita altre quattro volte sul podio continentale, piazzandosi in due occasioni al terzo posto (1989 e 1999) e in altrettante al secondo (2001 e 2005).

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, svoltasi oggi presso l’Euro Hotel Residence di Concorezzo (dove alloggiano le squadre partecipanti al girone B), è intervenuto il Presidente della Federazione Italiana Pallavolo, Carlo Magri: “Siamo ormai arrivati alla vigilia di questo importante appuntamento della stagione – ha detto – si è appena concluso l’Europeo maschile, dove i nostri ragazzi ci hanno regalato delle fantastiche emozioni, e ora ci apprestiamo a vivere questa rassegna continentale femminile che organizziamo insieme ai nostri amici della Federazione serba, alla quale le ragazze di Massimo Barbolini si presentano da bicampionesse in carica. So che tutti qui a Monza e a Busto Arsizio hanno lavorato duramente, e lo stanno facendo ancora di più in queste ultimissime ore prima dell’inizio delle gare. Da parte mia mi aspetto un grande spettacolo in campo per un torneo che vedrà impegnate delle squadre di primissimo livello”.

Il Comitato Organizzatore locale della tappa italiana è presieduto da Bruno Cattaneo: “L’assegnazione di questo evento all’Italia – ha dichiarato il consigliere nazionale della Federazione Italiana Pallavolo – costituisce un segnale di straordinaria importanza. Gli sforzi organizzativi messi in opera negli ultimi anni, e culminati nell’indimenticabile successo dei Mondiali dello scorso anno, hanno dato i loro frutti: il nostro paese si è dimostrato in grado di offrire una cornice spettacolare ed emozionante ai grandi eventi internazionali, proponendosi come sede privilegiata anche per le future manifestazioni. In questa occasione, in particolare, la perfetta intesa con gli amici della Federazione serba ci ha consentito di collaborare in assoluta armonia per raggiungere un obiettivo comune”.

Soddisfatto anche Adriano Pucci Mossotti, presidente del Comitato Regionale della Lombardia della FIPAV: “L’organizzazione di questa manifestazione è una grande responsabilità per la nostra Regione, ma anche un grande riconoscimento che va a premiare gli eccezionali progressi compiuti negli ultimi anni dalla pallavolo, non soltanto nel capoluogo, ma anche in due realtà locali in costante crescita come Monza e Busto Arsizio. L’esperienza accumulata nei precedenti appuntamenti internazionali ha certamente il suo peso, ma non dobbiamo dimenticare che non saremmo potuti arrivare fin qui senza la coesione e la cooperazione di tutte le componenti del movimento pallavolistico: dai club ai Comitati provinciali, da allenatori, dirigenti e arbitri ai semplici tifosi e appassionati, il cui entusiasmo è il motore della nostra attività”.

I Campionati Europei Femminili si disputeranno in quattro diverse sedi, due in Italia e due in Serbia, ciascuna delle quali accoglierà un girone della prima fase. Dal 23 al 25 settembre Monza ospiterà il girone B, nel quale si affronteranno Italia, Turchia, Croazia e Azerbaijan, mente a Busto Arsizio, per il girone D, saranno in campo Russia, Olanda, Spagna e Bulgaria. Le prime tre classificate accederanno alla seconda fase, in programma sempre a Monza (27 e 28 settembre) e a Belgrado (28 e 29 settembre). La fase finale si disputerà interamente in Serbia, a Belgrado, sabato 1 e domenica 2 ottobre.

I biglietti per assistere agli incontri della tappa italiana sono in vendita attraverso il circuito Ticketone.it oppure, senza pagare i diritti di prevendita, direttamente presso gli impianti di gara.

Tutte le informazioni aggiornate sulla manifestazione sono reperibili sul sito del Comitato Regionale, www.lombardia.federvolley.it, nella speciale sezione dedicata agli Europei.

 

Si è svolta questa mattina all’Euro Hotel Residence di Concorezzo la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Europei di Pallavolo Femminile, organizzati congiuntamente da Italia e Serbia, che prenderanno il via domani a Monza e Busto Arsizio. L’esordio della Nazionale italiana è in programma alle 20.30 al PalaIper contro la Croazia.

All’appuntamento con la stampa a fare gli onori di casa è stato il presidente federale Carlo Magri: “La nostra, come di consueto, è un’attività frenetica, senza soste. Siamo reduci dall’Europeo maschile dal quale sono arrivati segnali incoraggianti per il nostro movimento, sì, perché mi piace parlare del movimento nella sua completezza, uomini e donne, tutti insieme. In Austria abbiamo guadagnato la possibilità di conquistarci un pass olimpico, il nostro primo obiettivo è stato dunque centrato. Ora tocca alle ragazze che avranno una buona chance giocando in casa, ma credo che come Italia abbiamo l’obbligo di andare alle Olimpiadi. Questo Europeo sarà un grande manifestazione che organizzeremo assieme agli amici della federazione serba; la nostra collaborazione è diventata ormai un modello che in molti imitano e questo naturalmente ci fa piacere”.

Gradito ospite del vernissage il presidente della federazione serba e vicepresidente Cev, Aleksandar Boricic, che ha così parlato: “Sono felice ed orgoglioso di essere qui oggi, quello con il presidente Magri è un rapporto di stima reciproca che ci ha permesso di cambiare radicalmente il modo di organizzare gli eventi di pallavolo. Ricordo ancora quel momento, fu dopo le Olimpiadi di Sidney e da allora è divenuta la prassi”.

Presente anche il ct azzurro Massimo Barbolini: “Ripetersi è sempre difficile, l’Europeo è sempre un torneo dal tasso tecnico molto alto, basti pensare che cinque tra le prime otto formazioni del Mondiale dello scorso anno sono europee. Il nostro è un gruppo di ragazze molto valido, consapevole della responsabilità che ha. Abbiamo avuto qualche problema alla vigilia, ma ora è arrivato il momento di scendere in campo. Giocheremo con la consapevolezza di dover migliorare gara dopo gara, affrontando un’avversaria alla volta”.

Quando si organizzano eventi così importanti – ha dichiarato Bruno Cattaneo, presidente del Comitato Organizzatore Locale – l’aiuto delle istituzioni è indispensabile, e noi abbiamo ricevuto grandi risposte da parte di tutti. La nostra squadra ha fatto davvero tanto, siamo certi che anche stavolta reciterà un ruolo di primo piano: in ogni caso, lo spettacolo è assicurato e ci aspettiamo che gli appassionati vengano a vederci”.

Credo sia stato fatto un buon lavoro, ma la macchina organizzativa non si ferma qui e siamo già pronti per altri eventi. Nella pallavolo la nostra regione coniuga ormai alla perfezione la qualità e la quantità” ha aggiunto Adriano Pucci Mossotti, presidente del Comitato Regionale della Lombardia della Fipav, che nell’occasione ha anche presentato il merchandising degli Europei: maglie celebrative, spille, portachiavi e peluche della mascotte dell’evento, la coccinella Nella.

A rappresentare le autorità, tra gli altri, il presidente della Provincia di Monza e Brianza, Dario Allevi: “La pallavolo ha attecchito nella nostra provincia grazie allo straordinario lavoro di tante società, sia di vertice sia di base – ha spiegato – e anche al rapporto eccezionale che abbiamo con la Federazione. Ora alle nostre ragazze chiediamo di farci dimenticare l’amarezza per la sconfitta nella finale degli Europei maschili”. Presenti alla conferenza anche Donatella Bosio, responsabile dei Servizi Sportivi della Regione Lombardia, e Cristina Stancari, assessore allo Sport della Provincia di Milano.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI