GRANDE ATALANTA, UN BACIO ALLA PICCOLA YARA…

Fino alle 17,15, sabato 26 febbraio 2010,sembrava una giornata perfetta….

L’Atalanta sempre più prima in classifica, bella partita, gioco discreto , una marea di palle gol, il portiere del Sassuolo Pomini che ricordava il Buffon paratutto di qualche stagione fa (purtroppo per lui…), una vittoria stra meritata seppur viziata da una rete convalidata dall’arbitro Giacomelli in evidentissimo fuorigioco.

Il gol avrebbe dovuto arrivare in circostanze diverse, vista la mole di palle gol nitide capitate sui piedi e sulla testa dei  vari Ferreira Pinto, Ruopolo, Marilungo, Doni e via discorrendo.

Invece , per la rabbia delle antagoniste che criticano già il fatto che l’Atalanta goda di qualche aiutino arbitrale, è arrivato con un rave, oserei dire madornale errore tecnico di arbitro (Giacomelli) e assistente (Fittante).

Erroraccio perché la situazione era di facilissima lettura: i due calciatori atalantini (Del Vecchio e Peluso) sono già innanzi alla palla prima del tiro-cross di Barreto, quindi facilmente individuabili dall’assistente arbitrale che doveva limitarsi a seguirne gli spostamenti e segnalare l’off-side nel momento in cui uno dei due calciatori andava verso la palla, partecipando all’azione in modo concreto ed attivo (anche senza toccare la palla).

Cosi recita il regolamento e questa, da ex arbitro, era una situazione tecnica davvero semplice, sia per la sua lettura che per applicazione regolamentare in campo.

A questo si aggiunga il lungo conciliabolo tra arbitro ed assistente e la frittata è fatta…..

Non ho capito il motivo della discussione tra loro, per poi arrivare alla decisione sbagliata, tra le proteste, peraltro malamente gestite per tutto l’arco della gara da un giovane arbitro che non mi ha assolutamente entusiasmato, tutt’altro….. (vedi rigorone negato a Doni per una svista dovuta al pessimo posizionamento su quel corner, protesta con parolaccia gridata in faccia all’arbitro da un difensore del Sassuolo che abbiamo visto in televisione in modo chiaro, altri cartellini gialli sventolati a caso, doppio giallo al giocatore del Sassuolo che rifila uno schiaffone a Peluso e quindi da cartellino Rosso diretto…… davvero una prestazione molto negativa, al di la del clemente 5,5 assegnato da non so chi su L’Eco di Bergamo (che tifosi….avrei voluto vedere il voto se il gol fosse stato assegnato al Sassuolo….ma per favore!!!!!) o alla cortesia del d.s. Spagnuolo che sostiene : “Per me il gol è regolare….” (quale….????).

Che conta è vincere e salire in Serie A immediatamente, con o senza gioco, con o senza i gol fantasmi…. tutto fa brodo, quindi avanti cosi, possibilmente senza criticare troppo perché si rischia di fare indispettire qualcuno!!!    Poi alle 17,15 il silenzio, il magone….

La notizia, mentre in sala stampa parlava mister Gregucci, del ritrovamento del cadavere di Yara, un piccolo angelo volato prematuramente in cielo per mano di una bestia assassina che meriterebbe l’inferno…

Non sono più stato in grado di parlare, chiusi i vari collegamenti dallo stadio, cala il sipario sul gioco del pallone, sul criticabile arbitraggio, sulle palle gol di Doni e compagni, sui risultati delle antagoniste….

Non conta più nulla, solo un mesto e doloroso silenzio, un Eterno Riposo recitato a bassa voce in suffragio di questo piccolo angelo a cui va un mio personale ed affettuoso bacio.

Ciao Yara

Mario Mazzoleni

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI