NUOTO. GIALDI CAMPIONE ITALIANO MASTER

Il 27 e 28 giugno a Riccione si sono svolti i Campionati Italiani Master di Nuoto. Il bergamasco Massimiliano Gialdi, classe 1968, ha conquistato il titolo di campione italiano sui 50 metri stile libero in vasca corta con il tempo di 24,08. L’atleta bergamasco è anche detentore del record mondiale sui 100 metri stile libero, sempre in vasca corta, conquistato in occasione del Meeting Internazionale di Desenzano, svoltosi l’ultimo weekend di gennaio 2008, e del record del mondo sui 50 metri stile in vasca lunga “staccato” ai Campionati Mondiali Master 2008 di Perth in Australia.


Massimiliano, come hai iniziato a frequentare il mondo della piscina?

E’ successo quando, ancora bambino, mi consigliarono di nuotare per correggere la scoliosi. Avevo 6 anni e il mio sogno era diventare un tennista, ma dovetti rinunciare perché il tennis non era indicato”.

Quando hai iniziato ad avere i primi risultati?

Devo dire che fin quando sono stato un’atleta agonista, prima di diventare nuotatore master, non ho ottenuto risultati eclatanti. Ero un buon atleta ma avevo un carattere particolare ed un approccio agli allenamenti alle gare diverso da quello che ho ora .

E poi cosa è successo?

Dopo i 20 anni ho continuato a nuotare, il mio mondo era quello della piscina. Poi, un giorno, sono andato a far visita al mio vecchio allenatore e lui mi chiese di partecipare alle gare master. Lì per lì rimasi un po’ incerto. Il coach, che aveva intuito la mia incertezza mi disse che mi avrebbe “martellato” sino a quando non avessi accettato di entrare nella squadra Master della Bergamo Nuoto”.

Il mister ha visto giusto.

Sì! Ho iniziato subito a ripagare la sua fiducia, conquistando sin dalle prime gare buoni risultati e facendo ottimi piazzamenti”.

Raccontami del primato mondiale sui 50 metri stile libero.

Sapevo che avrei potuto “strappare il record al detentore perché il limite era alla mia portata. Quel giorno non lo dimenticherò mai. Quando ho toccato il bordo e mi sono girato verso il cronometro ho provato una sensazione meravigliosa. Ho sentito una gioia davvero immensa, per un attimo tutto è rimasto sospeso. Credevo di fluttuare sull’acqua”.

E gli ultimi record?

Quest’anno sono riuscito ad abbassare il mio primato mondiale sui 50 stile in vasca corta, obbiettivo principale, e ho ottenuto anche il record del mondo sui 100 stile, fermando il cronometro sul tempo di 52,05 secondi, due centesimi in meno del vecchio primato”.

Il segreto è nella maturazione raggiunta?

Direi di sì. Soprattutto sono molto migliorato sotto l’aspetto della presa di coscienza dei miei mezzi, anche perché sotto il profilo tecnico non ho avuto particolari miglioramenti. Sostanzialmente è tutta una questione di convinzione”.

I prossimi obbiettivi?

Confermare il titolo mondiale in vasca lunga sui 50 stile conquistato a Perth e magari ottenere la medaglia d’oro sulla doppia distanza, sfuggita l’anno scorso per soli tre decimi”.

Massimiliano insegna che la vita comincia a quarant’anni.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI