OLIMPIA AGNELLI METALLI CADE IN CASA CON GENOVA

La formazione bergamasca Olimpia Agnelli-Metalli sabato 5 aprile al Palanorda ha perso la partita contro Genova con il punteggio di 3 a 1. In vantaggio nel primo set gli orobici giocavano bene anche nella prima parte del secondo. Da quel momento in poi la squadra ha però subito un calo fisico e mentale, che ha aperto le porte alla vittoria dei genovesi. Ecco alcune interviste del dopo-partita.

Matteo Sabatini (nella foto):

"Nel primo set siamo stati superiori. Poi abbiamo mollato. C'è un certo rammarico perchè la partita poteva essere vinta, anche se avevamo davanti una squadra forte. Può darsi che, una volta raggiunta la salvezza in campionato, sia subentrato un certo calo di tensione agonistica, ma questo non è un alibi."

Alcuni giovani in partita stasera. Come stanno andando?:

" Mariano Romolo e Paolo Alborghetti hanno dimostrato che possono stare in campo e si troveranno i loro spazi."

Luciano Cominetti allenatore:

"Sono decisamente arrabbiato. Abbiamo sprecato tante occasioni. Nel primo e set e in parte del secondo si è visto un buon gioco, ma poi abbiamo peccato di presunzione. C'è poi stato uno scarico di responsabilità tra i giocatori che, alla fine, ha compromesso irrimediabilmente la prestazione. Sabatini ha fatto buone cose, ma ha anche commesso errori. E poi non si può sempre pensare che possa fare tutto lui. I giovani stanno andando benino, ma gli spazi vanno conquistati e non regalati."

Anche se la Agnelli Metalli ha perso, le fidanzate dei giocatori sono sempre state lì, a sostenere i loro ragazzi.

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI