PALLANUOTO A2: BERGAMO ALTA SCONFITTA DI MISURA CON CAMOGLI

Nella decima giornata del campionato di A2 la Bergamo Alta è scesa in vasca contro il Camogli, squadra ligure, neo retrocessa dalla massima serie, che punta all’immediato ritorno in A1.

Nessun complesso d’inferiorità nei confronti dell’avversario, autorevole esponente della scuola ligure di pallanuoto che sulla riviera è popolare almeno quanto il calcio. Ecco il resoconto della partita a cura di Gianluigi Cuttica, ex giocatore e Avvocato.

Bergamo Alta    8

Camogli           10

Bergamo Alta: Canova, Rota, Foresti (2), Crivelli (2), Sessantini (1), Pellizzoli (2), Delic (1), Morotti, Regonesi, Ginocchio, Baldi, Cuomo, Epis. All. Pellizzoli

Camogli: Gennaro, Luongo 4 (1 rig.) Angelone, Venturelli 1, Fondelli, Caliogna 4 (1 rig.), La Firenza 1, Cupido, Sadowy, Barabino,, Zerbone, Fossati, Isola. All. Azevedo

Superiorità numeriche: Bergamo Alta 4/12 (33,3%), Camogli 2/7 (28,5%).

Note: usciti per limite di falli La Firenza (C) nel 3° tempo; Sadowy (C) nel 4°. Espulsi definitivi per reciproche scorrettezze Emanuele Foresti (BG) e Cupido (C) nel 4° tempo.

Arbitri: Fusco e Scappini

 

In tutta la Liguria, non appena la temperatura del mare lo permette, vecchie porte e consumati palloni “Mikasa” gialli compaiono in acqua. Naturalmente Camogli non fa eccezione, e le giocate viste in vasca durante la stagione agonistica alla piscina del “Boschetto” vengono replicate alla spiaggetta di fianco al porticciolo, per poi gustare in compagnia  la tradizionale focaccia genovese .

A Bergamo la focaccia non è così gustosa… e la pallanuoto si gioca solo in piscina (magari aperta), ma la tradizione pallanuotistica orobica è tra le migliori del centro-nord Italia e sabato la partita è stata combattuta. Camogli ha sudato, e parecchio! La Bergamo Alta partiva subito convinta e nelle prime fasi del primo tempo si portava due volte in vantaggio con gli avversari che erano costretti a recuperare.

Nel secondo e nel terzo quarto qualche errore in fase di difesa, in situazione di gioco a uomini pari, facilitava le conclusioni a rete degli avversari, che, certo, non si facevano pregare e allungavano di due goal.

Probabilmente il coach chiederà maggior attenzione e concentrazione in tali frangenti. E’ un peccato, perché nelle situazioni di difesa con l’uomo in meno la squadra si è comportata bene chiudendo con ordine i varchi che necessariamente l’espulsione temporanea determina nello schieramento. La statistica dell’incontro lo conferma, Bergamo Alta è riuscita a neutralizzare quasi il 75% degli attacchi subiti con l’uomo in meno.

Il quarto ed ultimo tempo si chiudeva con un parziale di 4 segnature per parte che, purtroppo, non cambiava le sorti dell’incontro.

Certo, alcuni interventi determinanti dell’estremo difensore camoglino Gennaro e i legni colpiti dagli attaccanti orobici bruciano ancora, ma, si sa, pali e portiere avversario fanno parte del gioco.

Matteo Sessantini,(nella foto), classe 1986 e prodotto di qualità del vivaio orobico, sintetizza così la gara:

“Camogli è una squadra giovane che fa della potenza natatoria una delle sue armi migliori. Noi, che sicuramente non difettiamo sul piano del nuoto, abbiamo sofferto un pò’ la velocità degli avversari. Non bisogna dimenticare che solo nell’ultima settimana abbiamo potuto allenarci a ranghi completi con il recupero di tutti gli infortunati. Inoltre, delle imperfezioni nei movimenti di difesa a uomini pari ci sono costati due gol che hanno fatto la differenza. Credo che la squadra debba definitivamente adeguarsi agli stimoli del campionato di A2. La scorsa stagione abbiamo ottenuto la promozione vincendo il campionato di B in scioltezza ed ora forse non siamo più abituati a soffrire ”.

Delic sembra essersi ripreso dagli acciacchi e ha segnato un gran gol: “Sì, quando tornerà al 100% sarà un valore aggiunto per la squadra”.

Le giovanili hanno sempre fornito atleti importanti alla prima squadra. Chi sono i giovani che sono maturi per far parte stabilmente dei primi sette?: Alessandro Ginocchio, che già si allena con noi della A2, e Luca Baldi”.

Sabato prossimo la Bergamo Alta sarà ad Arenzano, fanalino di coda con zero punti all’attivo, per una gara che sulla carta non dovrebbe serbare troppe sorprese. Matteo, invece, invita tutti alla massima concentrazione per portare a casa tre punti che potrebbero riavvicinare la squadra alla zona play-off qualora le concorrenti dovessero fare passi falsi.

 

 

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI