PALLANUOTO A2 FEMMINILE: ESORDIO IMPEGNATIVO PER LE RAGAZZE DEL GRUPPO NUOTO OSIO

Le pallanuotiste bergamasche aspettavano con trepidazione il momento dell’esordio in serie A2. La massima serie era stata il palcoscenico abituale per il Gruppo Nuoto Osio che negli anni novanta aveva disputato parecchi campionati in serie A1 con risultati lodevoli. Poi il ridimensionamento. La scorsa stagione, invece, il “sette rosa” orobico, guidato da mister Mario Bacigalupo, ligure di nascita e osiense ormai d’adozione, coronava una lunga rincorsa alla promozione che era sfuggita in più di un’occasione nei precedenti campionati. Domenica 10 gennaio, finalmente, l’esordio in A2. Certo il calendario poteva essere più benevolo nei confronti delle ragazze, che nella prima giornata hanno avuto in regalo una bella gatta da pelare.

Per loro subito la Pallanuoto Firenze, retrocessa dall’A1 e candidata alla promozione. Sostanzialmente la squadra orobica non ha avuto stravolgimenti ed è rimasta quella che ha vinto la serie B con in più l’innesto del portiere Castellani che sostituisce la veterana Elena Rota, risolutasi ad appendere la calottina al chiodo.  Con ’indisponibilità, peraltro, delle giocatrici Camilla Bacis (la colonna portante anche solo per l’esperienza), Doneda e Menga, il Gruppo Nuoto Osio non è riuscito a sovvertire il pronostico e ha dovuto soccombere. Il punteggio finale è stato di 12 a 3 per la Pallanuoto Firenze. Forse anche troppo severo.La gara iniziava e le squadre si disponevano immediatamente a zona con l’intento di tagliare i rifornimenti alle centro boa, raddoppiando o triplicando la marcatura sul centro, e costringere gli attaccanti al tiro dalla distanza. Lo schema difensivo era applicato con successo da Firenze che, inoltre, in attacco non aveva problemi a finire dal perimetro. La prima frazione si chiudeva con un parziale di 4-1 a favore delle “gigliate”.

In apertura del secondo tempo Firenze otteneva una penalty. Tiro, gol e Osio sotto di quattro reti (1-5). Al minuto 4 e 50” le ragazze del Gruppo Nuoto eludono la zona fiorentina e riescono a servire la propria centroboa che arpiona il pallone, si gira verso il portiere e insacca, accorciando le distanze (2-5). Il “sette rosa” orobico prova a pressare le avversarie che lasciano solo la possibilità della conclusione dalla distanza. A seguito di una conclusione fuori misura, Firenze s’invola in controfuga verso il portiere Castellani che, sull’uno contro uno, nulla può. 7 a 2 per il “sette viola” e tutte al riposo. La terza frazione non offre cambiamenti tattici di rilievo. Alexia Tocchetti, però, sfrutta un’occasione e porta un contropiede veloce verso la porta toscana, arriva sui 4 metri e scarica un tiro indirizzato all’incrocio verso il quale l’estremo difensore si allunga, neutralizzando la conclusione. Il primo goal del terzo tempo arriva al minuto 3 e 40” e lo segna ancora una volta Firenze che subito dopo, su un’azione di rimessa, si porta sul 9 a 2. Poi arriva anche la decima rete gigliata.

Nell’ultimo quarto il “sette rosa” orobico non lesina impegno e volontà e viene premiato immediatamente dal direttore di gara che fischia un rigore a favore per un fallo grave subito dal centroboa osiense. Forse l’esecuzione non potentissima e l’ottima intuizione del portiere toscano negano a Osio la terza rete. Un’altra controfuga frutta alla Pallanuoto Firenze l’undicesima segnatura.

A questo punto mister Bacigalupo chiama un time out rassicurando le ragazze e fornendo loro le ultime indicazioni. A 53 secondi dalla sirena finale, dopo aver subito la dodicesima rete, Osio ottiene il secondo rigore a favore, dimostrando di essere in grado di mettere in difficoltà la retroguardia fiorentina. Questa volta la conclusione è precisa e potente.

Non c’è tempo per altro e l’arbitro Fusco di Torino sancisce la fine dell’incontro.

A bordo vasca abbiamo raccolto le impressioni del vice presidente del Gruppo Nuoto Osio, signor Terranova: “Ho visto un buon impegno delle ragazze, devono credere di più in loro stesse poi non dovrebbero esserci problemi. Ho grande fiducia nell’allenatore e credo ci penserà lui a registrare la squadra, quindi sono abbastanza tranquillo e sereno. Non faccio pronostici per le prossime partite perché la categoria e nuova e ogni squadra che incontreremo sarà da scoprire. In sostanza ce le giocheremo tutte.

E ora il commento, raccolto a fine partita, dell’allenatore Mario Bacigalupo. “Credo che la squadra oggi più che l’esordio abbia sofferto l’avversario, che è forte. Non solo, a noi mancavano Bacis, Doneda e Menga, ma sia chiaro che questo non deve essere una scusante. Ho chiesto alle ragazze di andare a concludere e di rischiare e loro hanno fatto tutto quello che ho chiesto. Ho lasciato, inoltre, la formazione di partenza per tutta la gara proprio per permettere alle ragazze di prendere confidenza con la nuova categoria. Il risultato finale è dovuto più ai meriti della Pallanuoto Firenze che a demeriti nostri. Loro sono più forti. Questa partita ci deve servire per capire che la categoria è diversa e ogni errore viene pagato a caro prezzo. Sono contento dell’approccio, preferisco una squadra che rischia e la mia l’ha fatto. Ora dobbiamo lavorare per preparare la prossima gara, che sarà tosta. Potrà essere più difficile di quella odierna se non faremo tesoro di quello che oggi abbiamo imparato

Le ragazze del Gruppo Nuoto Osio giocheranno domenica prossima 17 gennaio 2010 a Cagliari contro la forte formazione cittadina. Per completezza d’informazione si evidenzia che i dirigenti della società bergamasca hanno comunicato che provvederanno a depositare ricorso sulla scorta della mancata presentazione in distinta da parte della Pallanuoto Firenze di due atlete nate nell’anno 1992 e/o seguenti, come previsto dal regolamento FIN.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI