PALLANUOTO A2: LA BERGAMO ALTA CONQUISTA I PLAY-OFF PER LA PROMOZIONE IN A1

Sabato 30 maggio si è conclusa, contro l’Arenzano, la regular season del campionato di serie A2 girone Nord. Il match è sempre stato saldamente nelle mani della Bergamo Alta che, lasciato spazio anche ai giovani, ha battuto i liguri con il punteggio finale di 16 a 5. Il “settebello” orobico, quindi, ha coronato nel migliore dei modi una lunga cavalcata, guadagnandosi la quarta posizione e il diritto a partecipare agli spareggi per la promozione in serie A1.

Bergamo, dopo aver stravinto la scorsa stagione il campionato di serie B, quest’anno ha affrontato le serie A con l’obiettivo di ottenere una tranquilla salvezza secondo i propositi che ogni matricola dichiara ai nastri di partenza.Nel girone d’andata la Bergamo Alta conquistava 13 punti e, rispettando le previsioni, si manteneva senza troppi patemi d’animo a centro classifica. Archiviata la prima parte di stagione e presa confidenza con i nuovi avversari e i diversi ritmi della serie A2, Bergamo quasi raddoppiava il bottino e incamerava la bellezza di 25 punti, piazzandosi al quarto posto assoluto e distanziando i liguri del Quinto, diretti concorrenti, di quattro lunghezze. Bergamo Alta, nonostante abbia sempre saggiamente mantenuto il profilo della matricola, in vasca ha dimostrato di avere potenzialità tali da poter raggiungere obiettivi più prestigiosi. Durante la stagione non ha mai incontrato formazioni che l’abbiano sovrastata, anche perché l’intelaiatura della squadra, nonostante sia rimasta invariata rispetto all’anno passato (fatta eccezione per Ettore Lorenzi accasatosi al Geas), era certamente sovradimensionata per la serie cadetta e più che adeguata per la A2.

D’altra parte elementi del calibro di Lele Foresti, Andrea Pelizzoli, Alessio Crivelli, Mladen Delic, Matteo Sessantini e Francesco Rota figurerebbero tra i primi “sette” di qualsiasi delle formazioni affrontate in questo campionato.

  

La Bergamo Alta ha raggiunto il piazzamento play-off grazie ad un’oculata gestione della preparazione atletica (finalizzata a raggiungere il top della forma nella seconda parte della stagione), a una non comune capacità di andare a rete a uomini pari (ovvero in situazioni non facilitate dall’espulsione temporanea di un avversario) e a una difesa ben organizzata.

Il capitano Andrea Pelizzoli(nella foto) è soddisfatto di quanto sino ad ora conquistato. In tre stagioni la Bergamo Alta ha bruciato le tappe, dalla serie C agli spareggi per la A1. Ci speravate?

No, i play-off non erano in programma. In effetti, la società stessa non aveva pianificato in tal senso e ora si trova a dover fare uno sforzo organizzativo che non era stato previsto. Credo, però, che ne sia contenta”.

La squadra già l’anno scorso sembrava attrezzata per categorie superiori.

Sì è vero, la squadra è sostanzialmente la stessa di un anno fa. Con la partenza di Ettore Lorenzi abbiamo perso qualcosa in attacco ma con l’ingaggio di Mladen Delic abbiamo guadagnato altrettanto in fase difensiva. Il valore assoluto, però, resta a grandi linee invariato”.

Quando avete capito di poter raggiungere l’obiettivo play-off?

Settimana scorsa! Il campionato è stato molto combattuto e incerto e nelle ultime giornate si sono verificate una serie di circostanze favorevoli: nel terzultimo turno noi abbiamo battuto il Bologna fuori casa e il Quinto, nostro diretto concorrente, ha perso a Como. Settimana scorsa, nella penultima giornata, vincendo a Camogli (seconda in classifica), abbiamo mantenuto il vantaggio di un punto sul Quinto, che a sua volta ha battuto il Modena. Oggi (sabato 30.5.2009 n.d.r.), vincendo nuovamente, abbiamo consolidato il quarto posto e aumentato a quattro punti il vantaggio sul Quinto che ha perso con l’Imperia. Prima della terzultima giornata, quindi, non avevamo messo in preventivo nulla. Nel girone di andata abbiamo raccolto solo 13 punti. La preparazione, in effetti, era stata programmata sul lungo periodo, ma non pensavo che potesse dare questi frutti. Le statistiche dicono che nel girone di ritorno ha fatto meglio di noi solo l’Imperia, capoclassifica incontrastata”.

Con quale spirito e con quali obiettivi affronterete gli spareggi?

Con tanto entusiasmo, voglia di divertirci e, chi lo sa, di arrivare alle finali play-off”.

L’avversaria sarà l’Ortigia Siracusa. E’ abbordabile?

Diciamo che nel nostro girone probabilmente non c’è una squadra così. Loro hanno 6-7 giocatori di serie A1. Comunque ritengo che oggi come oggi la Bergamo Alta possa battere chiunque, Ortigia compreso”.

Quanto peserà giocare la prima gara e l’eventuale terza a Siracusa?

La prima non troppo perché c’è possibilità di recuperare. Ovviamente la bella a Siracusa ha tutto altro peso, anche perché è un campo ostico. Ricordo che con il Savona, in una sfida in A1, andammo a Siracusa e dovemmo accontentarci del pareggio”.

Già che ci siete, perché non pensare di arrivare anche alle finali play-off?

Perché no?!? Ti dirò di più, se dovessimo raggiungere le finali a quel punto perché non sognare in grande….proveremmo a vincerle e a salire nella massima serie”.

Comunque si concluda questa stagione, si può dire che sia stata un successo.

Assolutamente sì, devo ringraziare molto i miei compagni di squadra perché ci siamo tutti sacrificati e abbiamo rinunciato a qualcosa di personale pur di ben figurare in questo campionato. Gli atleti si sono tutti indistintamente messi a disposizione per soddisfare le esigenze della guida tecnica, dal più forte al meno forte dal più giovane al meno giovane. Questa per me è la cosa più bella ed è anche il segreto di questa squadra”.

I play-off per la promozioni in A1 vedranno la Bergamo Alta giocare gara 1 in casa del Salerno il 6 giugno 2009, gara 2 alla Piscina Italcementi il 13.6.2009 alle 19.00 e l’eventuale gara 3 ancora a Salerno il 17.6.2009.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI