TAEKWONDO: MATTEO MILANI CERTEZZA OROBICA DELLA SPECIALITA’

TAEK

Risultati dei campionati italiani di Taekwondo disputati a Reggio Calabria il 11 e 12 giugno. I giorni 11 e 12 giugno si sono svolti a Reggio Calabria i campionati italiani 2016. Il Taekwondo Brunetti Cus BERGAMO, presente con 3 alteti: Matteo Milani +87kg Andrea Bernardo Lio -68kg Arianna Foresti -62kg Coach Biagio Brunetti Ad aprire le danze per il Team Brunetti è stato Andrea Lio che ha gareggiato nella giornata di sabato. Sorteggio molto difficile per Andrea che si trova al primo incontro Lorenzo Toraldo dell’Olympic Giannone, atleta plurimedagliato e già campione d’Italia nella categoria Junior. Dopo un incontro tiratissimo, Andrà perde 11-5 nell’ultimo minuto dell’incontro. Arianna Foresti, al suo esordio nel campionato italiano incontra al primo incontro Grazia Moccia del Taekwondo Avellino. Arianna presa dal l’emozione parte male e a metà del 1* round è sotto di 9 punti. Riesce a riprendere l’incontro portandosi con uno scarto di 5 punti. Inizia il 2* round e finalmente inizia ad ascoltare i suggerimenti del coach riuscendo a piazzare un dollyiochagi (circolare al viso) e ad arrivare a soli due punti di distanza dall’avversaria. A circa 30″ secondi dalla fine del 2* round la Moccia attacca senza sosta riuscendo a chiudere l’incontro per Buona prestazione di Arianna che adesso inizia ad acquisire l’esperienza che serve nelle competizioni di livello. Arianna parteciperà sabato ai campionati italiani universitari con il CUS Bergamo ed il suo coach/maestro Biagio Brunetti. Matteo Milani, campione italiano in carica, trova subito al primo incontro il vicecampione Sena Gennaro dell’Asd Condor, ripetendo così la finale di dicembre a Riccione. Matteo gestisce benissimo l’incontro, ma al secondo round cade malissimo sul piede sinistro accusando un fortissimo dolore. Si rialza, continua l’incontro vincendo per Ko tecnico con il punteggio di 14-2. “Matteo non riusciva a reggersi in piedi dal dolore, non riusciva ad appoggiare e a calciare con il piede sinistro, che nel frattempo si era gonfiato facendo pensare ad una frattura. Avevo pensato di ritirarlo dal campionato, ma Matteo ha insistito ed ha continuato”. Al secondo incontro trova Andrea Fadini del centro Taekwondo Cosenza. Vince con un solo piede per Ko tecnico con il punteggio di 12-0. Ma alla fine dell’incontro il piede era conciato malissimo. Ma niente Matteo vuole disputare la finale a tutti i costi, la sua quarta finale consecutiva. (ORO-ARGENTO-ORO) In finale trova Antonio D’Angelo dell’ASD Flegrea. Matteo sopraffatto dal dolore non è nemmeno in grado di effettuare il riscaldamento. Nessun ripensamento, la finale la vuole disputare. Inizia la finale, Matteo è palesemente dolorante e non riesce ad appoggiare il piede sinistro a terra. L’avversario ovviamente approfitta della situazione e inizia ad attaccare senza sosta. Matteo fa quel che può e si porta a pochi secondi dalla fine sul punteggio di 5-7. Negli ultimi secondi prova invano a sferrare due attacchi per confermare il titolo di campione italiano. L’incontro si chiude su 7-5 per D’Angelo, e Matteo è argento. Oggi dalla radiografia è emerso che Matteo ha una frattura del 4* e 5* metatarso. Che dire..ha disputato un campionato italiano con un piede rotto, vincendo due incontri per KO tecnico e perdendo la finale di solo due punti.

TAEK 2

 

servizio a cura di:

Biagio Brunetti  Presidente del Taekwondo Brunetti Cus Bergamo, nonché delegato provinciale (Bergamo) per la federazione italiana Taekwondo.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI