TRIATHLON A CAPO VERDE PER LA PRIMA VOLTA

11 Ottobre 2010 – C’è una nuova sfida per gli amanti della triplice e delle prove esotiche, una nuova gara dove si potrà unire una sfida avvincente con il piacere di un viaggio all’equatore. La prima edizione del Capo Verde Triathlon Trail è ormai alle porte e si svolgerà il 7 dicembre nell’incantevole isola di Boa Vista, una delle dieci che compone l’arcipelago africano. Un evento che nasce come “edizione zero” e che si pone il limite massimo di iscrizioni pari a 50 atleti, ma naturalmente l’obiettivo futuro del Friesian Team è di far crescere la manifestazione in modo da renderlo prestigioso come lo è già la Boavista Ultramarathon.

La prova sarà sicuramente impegnativa tenendo conto che le distanze saranno simili alle “misure olimpiche”, ovvero 1500 metri di nuoto nell’oceano, 30 chilometri con la mountain bike tra deserto e rocce e infine i restanti 10 chilometri sul pavè della città di Sal, capoluogo dell’isola. La temperatura sarà elevata con una media di 27 gradi, di certo metterà a dura prova i partecipanti, ma fortunatamente nell’arcipelago è possibile godere di un vento tropicale e questa sarà la nota positiva per i gareggianti.

«Da numerosi anni frequentiamo Boa Vista e abbiamo imparato a conoscere e apprezzare questo straordinario territorio – ha commentato l’organizzatore Marco Zaffaroni del Friesian Teame dopo diverse ipotesi siamo riusciti a studiare un evento in grado di coniugare la bellezza dell’isola con dei tracciati impegnativi ma al tempo stesso emozionanti». L’organizzazione, per agevolare il trasporto delle mountain bike ha stipulato un accordo con il vettore aereo per il passaggio della bici sull’isola di Capo Verde, con annessa copertura assicurativa del mezzo, a tutela delle bici dei concorrenti.

Il terreno di gara dove si svolgerà il Capo Verde Triathlon Trail sarà l’isola di Boavista, nota agli appassionati del podismo grazie alla ultramaratona in programma da dieci anni nella prima metà di dicembre. La Boa Vista Ultramarathon è una corsa estrema di 150 chilometri no-stop, si gareggia nel sole cocente e nella notte buia e desertica caratterizzata da ripetute dune. Come da regolamento stilato dal BoaVista Marathon Club, i partecipanti hanno un limite massimo di 50 ore per compiere tutto il perimetro dell’isola e  il tracciato è costituito da punti di controllo che distano fra loro dai 9 ai 15 chilometri.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI