TRIBUTO E INTERVISTA A ROBERTO DONADONI

Roberto Donadoni, CT della Nazionale di Calcio, e grande calciatore, in un'intervista telefonica, regala qualche battuta sulla sua splendida carriera. (Tutte le immagini di questo articolo sono state gentilmente fornite da TeamItalia srl). 

Roberto Donadoni è stato certamente uno dei giocatori italiani più forti di sempre. Il suo nome si lega a quello del grande Milan e della Nazionale di Calcio.

Poi, una seconda giovinezza come allenatore. Fino a condurre gli Azzurri Campioni del Mondo, nell'avventura dei Campionati Europei 2008.

Donadoni si è sempre fatto apprezzare per le sue qualità tecniche di giocatore e allenatore, ma anche per la serietà e la sobrietà del suo generale atteggiamento umano.

Bergamosportnews vuole rendere omaggio a questo grande sportivo, che ha dato e dà lustro al mondo sportivo bergamasco, pubblicando una breve intervista, che il Mister ha concesso telefonicamente.

Quando è iniziata la passione per il Calcio?:

" A 4 o 5 anni, quando andavo a giocare al campo dell'Oratorio di Cisano Bergamasco. Poi ho giocato nelle giovanili della Cisanese."

I momenti più belli della carriera da giocatore?:

"E' stato tutto molto bello. Non ci sono momenti particolari. Ovviamente le vittorie importanti mi hanno dato soddisfazione, ma l'aver potuto giocare nell' Atalanta e nel Milan è stata per me la cosa più importante. Da bambino ammiravo queste squadre, e indossare quelle maglie è stato un grande traguardo personale."

Quale è la differenza tra giocatore e allenatore?:

" Da giocatore, pur essendo in una squadra, consideri un pò di più te stesso. Da allenatore invece hai come primo riferimento il gruppo. Devi lavorare con il metodo della programmazione. Ci vuole buon senso. E' una crescita".

Come è stata l'esperienza di allenare la Nazionale?:

" Ottima. Un traguardo importantissimo. Un vissuto che mi ha regalato grandi insegnamenti."

L' Europeo 2008?:

" C'è stato, dietro, un grande lavoro da parte di tutti. Siamo usciti prima della semifinale, ai rigori, con la Spagna che poi ha vinto il Titolo. E' stato bello vivere il torneo con un bel gruppo, come quello degli azzurri."

Quale in momento più bello?:

"Beh, sicuramente la sfida di Glasgow, contro la Scozia. Una partita difficile e determinante che abbiamo affrontato senza timore. E poi la splendida atmosfera che ci hanno regalato gli scozzesi… . Grande intensità."

Come stanno andando le due squadre bergamasche Atalanta e Albinoleffe?:

"Mi sembra stiano facendo entrambe un buon campionato."

Qualcuno in particolare da segnalare?:

"Armando Madonna. Siamo stati compagni di squadra. Credo che stia lavorando molto bene, dimostrando il suo ottimo valore anche da allenatore. Ho una grande e generale stima di lui."

 A Roberto Donadoni è stato recentemente consegnato il premio Sport Awards 2008, durante una manifestazione organizzata da Team Italia e la rivista Sport & Clubs presso il Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo. Un segno dell' affetto e della grande considerazione della Città, verso il suo "Mister". Mister Donadoni.

 

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI