VALENTINA ARRIGHETTI: CUORE E GRINTA ROSSOBLU’

Copyright foto Bergamosportnews.com (foto sopra) Copyright foto Rubin (foto all’interno)
Valentina Arrighetti, a Bergamo dal 2007, va a iniziare la sua quinta stagione con la Norda Foppapedretti. Va a cucirsi addosso una volta di più la maglia rossoblù numero 13. Sottolineando una volta ancora quanto sia importante sentirsi legata a una squadra.
“Sentirmi addosso il senso di appartenenza a una maglia per me è molto importante. Se potessi, mi piacerebbe diventare sempre più una bandiera, spero di poter restare a Bergamo molto a lungo”.
   
La stagione si è chiusa con uno scudetto e con le sue urla di gioia lanciate al cielo. L’avvio d’anno era però stato segnato da novità e difficoltà. Tra le tante giovani, Valentina si è sentita un po’ una veterana, pronta a trascinare il gruppo.
“Inizialmente ce n’è forse stato più bisogno, poi a Bergamo tutti imparano a seguire la stessa strada e non c’è una grande necessità di trascinare, diventa naturale per tutti seguire una direzione. In questo senso è stato bravo Davide, a dare a ciascuna di noi la filosofia della Società: ha fatto in modo che tutti imparassimo a trascinare e a farci trascinare. Anche se è stata una stagione un po’ particolare, fatta di alti e bassi, a un certo punto tutte ci siamo sentite addosso la responsabilità di correre verso un certo obiettivo”.Ogni anno a Bergamo si cambia qualche pedina, eppure le ultime stagioni hanno visto sempre un nuovo trofeo finire in bacheca. Qual è il segreto? “Se si cambia sempre e si continua a vincere, credo che i meriti siano di chi decide. Per questo ogni anno, nonostante i cambiamenti, sono sempre stata fiduciosa e lo sono ancora. Questa squadra è sempre stata molto competitiva”.
E allora che cosa si può dire per identificare questo gruppo? Perché si dovrebbe scegliere di giocare per Bergamo? “Credo che Bergamo non abbia bisogno d i raccomandazioni per essere scelta… I motivi sono gli stessi che hanno spinto me a venire a indossare questa maglia, più di quattro anni fa: perché la Norda Foppapedretti vince sempre, perché ha una tradizione importante. Questo è quello che ha in più rispetto agli altri e questo ha un peso, anche quando gli avversari la incontrano: affrontare Bergamo è sempre speciale. Figurati giocarci…”.LA SCHEDA
Nata a Genova il 26 gennaio 1985, alta 189 centimetri, la centrale Valentina Arrighetti ha concluso la sua quarta stagione con la maglia della Norda Foppapedretti Bergamo.
Il suo curriculum sportivo parla di un biennio nel Club Italia, dal 2000 al 2002, prima del salto in A2, a Padova, nella Sartori Mercedes nel 2002/2003, a Firenze, nella Figurella nel 2003/2004, e poi a Cavazzale, nella Caoduro nel 2004/2005.
Nel 2005/2006 il debutto nella massima serie con la magli a della Minetti Vicenza, con cui, per due stagioni consecutive, è arrivata fino ai Quarti di Finale dei Play Off Scudetto. Al suo primo anno a Bergamo, ha vissuto da protagonista la conquista della Coppa Italia 2007/2008 nella finale con la Scavolini Pesaro, mentre nelle stagioni 2008/2009 e 2009/2010 è arrivata la conquista della European Champions League: la prima strappata alle russe della Dinamo Mosca nella finale disputata a Perugia, la seconda battendo la corazzata turca del Fenerbahce Istanbul nella Final Four di Cannes.
Nell’estate 2007 ha vestito la maglia azzurra della Nazionale Italiana per partecipare al World Grand Prix e al Torneo di Qualificazione per il Grand Prix 2008. L’anno seguente ha replicato il lavoro estivo nei collegiali agli ordini dello staff tecnico azzurro, mentre nel 2009 ha conquistato la medaglia d’oro alle Universiadi disputate in Serbia, vinta nella finale con le padrone di casa, il primo gradino del podio ai Campio nati Europei disputati in Polonia e la medaglia d’oro alla Grand Champions Cup in Giappone. Nel 2010 la partecipazione ai Campionati Mondiali in Giappone
Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive

Related Posts



PER LA TUA PUBBLICITà SU BERGAMO SPORT NEWS CONTATTACI